Il Milan finalmente riesce a far parlare i propri tifosi soprattutto di quello che accade sul campo. Da quando la squadra di Gattuso ha intrapreso la strada giusta per risalire la china, infatti, sembrano essere di colpo evaporati tutti i problemi che ruotano attorno al rettangolo verde. Non se ne sono dimenticati in società che c'è da trovare una soluzione alla necessità di pagare gli oltre trecento milioni di euro al Fondo Elliot entro ottobre, ma c'è un cauto ottimismo sul fatto che, anche attraverso terzi, si arriverà ad una rinegoziazione dei termini e ad una spalmatura della cifra in un tempo più ampio.

C'è da risolvere la questione con l'Uefa ed il suo fair play finanziario, ma l'oculata gestione di gennaio e la positività rispetto alla possibilità che si risolva la questione debitoria autorizza, anche in questo caso a pensare che le cose possano risolversi nel migliore dei modi. E che le cose comincino davvero ad andare meglio per la squadra lo si capisce anche da dichiarazioni "pesanti" come quelle proferite da Bonucci.

Mercato Milan, Mirabelli attivo ma Gattuso resta?

Il Milan nella sessione invernale del calciomercato si è fatto notare per un certo immobilismo.

Una situazione che era stata ampiamente preventivata, ma che è stata una scelta prima ancora di una necessità. Non c'erano grandi margini di investimento, ma nulla avrebbe privato il club ad esempio di far uscire Locatelli in prestito e di portare a Milanello un altro calciatore alla stessa condizione. E, ad onor del vero, non mancava l'opportunità di cedere uno dei prezzi pregiati del mercato estivo che ha reso al di sotto delle aspettative e incassare denaro da reinvestire in altre operazioni.

Con il benestare di Gattuso si è preferito puntare su questo gruppo e fino al momento la scelta sta ripagando.

Presto il focus della questione si sposterà sull'opportunità di prolungare il contratto con il tecnico calabrese, sebbene l'unico strumento per assicurarsi la conferma è continuare ad inanellare risultati come quelli dell'ultimo periodo.

Mercato Milan: si lavora per giugno

Il Milan soprattutto se dovesse restare Gattuso andrà a caccia di uomini che possano rafforzare il centrocampo e lo farà scegliendo profili già testati per il campionato italiano.

Secondo Sky, infatti, si tornerà alla carica per Jankto, sperando che non si scateni un'asta per strapparlo all'Udinese. Mentre si potrebbe sfruttare l'occasione di acquistare un centrocampista di prospettiva come Baselli che, protagonista di una stagione non all'altezza delle precedenti, potrebbe arrivare per meno di sette milioni.

Segui la pagina Milan
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!