Una delle vere rivelazioni di questo campionato è sicuramente il centrale slovacco dell'Inter [VIDEO], Milan #Skriniar. Arrivato l'estate scorsa dalla Sampdoria per dieci milioni di euro più il cartellino di Gianluca Caprari, il giocatore ha visto schizzare alle stelle il proprio valore, tanto che una big europea è arrivata a mettere sul piatto ben sessantacinque milioni di euro nella sessione invernale di calciomercato, come ammesso dall'agente dello slovacco, ma i nerazzurri hanno prontamente rifiutato. Skriniar è la colonna di questa #Inter e anche grazie a lui i nerazzurri hanno la terza miglior difesa del campionato con diciannove reti subite, solo dopo Napoli e Juventus (ferme a quindici) e in ex equo con la Roma.

Milan Skriniar intervistato da quotidiano slovacco Sport

Il giocatore, però, in una lunga intervista rilasciata al quotidiano slovacco Sport ha parlato delle difficoltà che sta riscontrando l'Inter in questo periodo e le voci di mercato che lo riguardano, con squadre come Real Madrid [VIDEO], Barcellona, Manchester City e Paris Saint Germain interessate. Queste le sue parole:

Le difficoltà dell'Inter: "L'inter non è una squadra abituata a non vincere per due mesi. Noi non abbiamo fatto nessun cambiamento e gli allenamenti si svolgono sempre allo stesso modo".

L'obiettivo dei nerazzurri: "Noi abbiamo sempre dichiarato, sia ad inizio stagione, sia qualche settimana fa, che il nostro obiettivo è sempre stato quello di qualificarci alla prossima edizione della Champions League.

L'obiettivo è alla nostra portata visto che anche Lazio e Roma potrebbero avere difficoltà, mentre Napoli e Juventus sono tutta un'altra storia. A lasciarci il segno dentro, probabilmente, è stata la partita di coppa Italia contro il Pordenone e dopo sono arrivate le sconfitte contro Udinese e Sassuolo che ci hanno portato qualche difficoltà".

L'interesse di Real Madrid, City, United, Barcellona e Psg: "Sono felice di sentire come certe squadre si siano interessate a me, ma io non penso di andare via. Sono stato contento quando ho sentito che l'Inter non mi avrebbe lasciato andare. Voglio continuare a crescere e poi vedrò in estate cosa succederà. Magari dal Mondiale in Russia usciranno fuori altri giocatori e la situazione potrebbe cambiare".

Le dichiarazioni dell'agente sull'offerta da sessantacinque milioni rifiutata dall'Inter: "Si tratta di una cifra mozzafiato ma bisogna dire che i prezzi ora schizzano alle stelle facilmente. Io non ho fatto nulla di particolare, ho lasciato tutto in mano al mio agente e mi è stato comunicato come l'Inter non mi avrebbe lasciato andare. A me fa piacere restare ma se fosse servito sarei andato".

I club in cui gli piacerebbe giocare: "Ad attirare la mia attenzione, su tutte ci sono Real Madrid e Barcellona, ma anche le due squadre di Manchester. Difficile sbilanciarsi, anche perchè dipenderebbe dal ruolo che mi assegnerebbero visto che, se dovessi fare la panchina o giocare solo in Coppa, non andrei da nessuna parte".