Alla fine Gattuso ha trovato il coraggio, Andrè Silva partirà titolare nell'importantissimo match di quest'oggi alla Dacia Arena contro l'Udinese. L'attaccante rossonero non è mai partito titolare da quando l'allenatore siede sulla panchina del Milan. Fino a ieri sembrava un ballottaggio serrato tra Kalinic e Cutrone, alla fine il mister ha deciso di lanciare l'asso portoghese che è ancora alla ricerca della sua prima rete in Serie A.

I test della settimana parlavano di un Andrè Silva particolarmente in forma e pronto per essere inserito nella formazione titolare, ma erano pochi a crederlo.

Poi ieri nella conferenza stampa pre partenza per Udine, Gattuso aveva dichiarato che un impiego del portoghese dal primo minuto sarebbe stato più che possibile. Questa mattina secondo le ultime indiscrezioni de "La Gazzetta dello Sport" si sono sciolti gli ultimi dubbi e Gattuso ha deciso di puntare sul numero nove per provare a portare a casa la quarta vittoria consecutiva in campionato.

Occasione d'oro

L'attaccante rossonero oggi ha una grandissima occasione di mettersi in mostra e far vedere che può essere una risorsa importante per questa seconda parte di stagione.

Fino a questo momento è andato a segno soltanto in Europa League, dove è stato impiegato sempre titolare dall'ex allenatore Vincenzo Montella. Nella competizione europea il suo score è il milgiore: ha realizzato ben otto reti tra preliminari e fase a girone. I dubbi sulle sue qualità sono venute fuori a causa dello scarso impiego nel campionato italiano, dove pare che abbia fatto molta fatica ad adattarsi, trattandosi di un campionato molto tattico e con difese più "bloccate" rispetto a quelle del campionato portoghese o delle squadre incontrate in Europa League.

Andrè Silva oggi ha una chanche fondamentale per rilanciarsi e per mettere in difficoltà Gattuso per le scelte dei prossimi impegni, con un calendario molto fitto tra partite di coppa e campionato.

Kalinic bocciato

Restano quindi fuori Nikola Kalinic, sempre più evanescente in queste ultime partite, ma sopratutto Patrick Cutrone. Il giovane attaccante dell'Under 21 la scorsa settimana è stato decisivo nel match vinto 2-1 contro la Lazio ma oggi guarderà dalla panchina e sarà pronto a subentrare nel secondo tempo per dare una mano ai suoi compagni.

Ieri in conferenza stampa Gattuso ha definito Cutrone "un tarantolato", definendolo uno degli uomini più importanti di questa squadra: "il suo entusiasmo dà entusiamo a tutti, ai compagni e ai tifosi, non deve assolutamente perderlo perchè è un'arma in più".

Segui la nostra pagina Facebook!