Di sicuro, starà passando il compleanno più amaro della sua vita. Joao Pedro, trequartista brasiliano del Cagliari, ha scoperto nel giorno del sue ventiseiesimo compleanno di essere stato pizzicato dall'antidoping e di essere quindi ad un passo da una stangata.

Idroclorotiazide, questo il nome della sostanza cui Joao Pedro è stato trovato positivo e che potrebbe costringere il Cagliari a privarsi di uno dei suoi calciatori di maggiore talento.

I test che hanno riscontrato l'utilizzo dell'idroclorotiazide sono stati effettuati dopo la partita che gli isolani hanno giocato contro il Sassuolo, l'11 febbraio scorso.

Una bella tegola per il ragazzo e per la squadra, e purtroppo il secondo caso di Doping in Serie A registrato quest'anno. Ad inizio stagione infatti era stato il capitano del Benevento, squadra neo-promossa nella serie maggiore, a risultare positivo a seguito dei canonici test antidoping cui si sottopongono tutti i calciatori.

Nel caso di Fabio Lucioni, la sostanza incriminate era un anabolizzante, il clostebol, mentre l'idroclorotiazide è un diuretico. Nei fatti, però, nulla cambia. La sostanza è che Joao Pedro potrebbe aver terminato la sua stagione anzitempo, una stagione fatta di alti e bassi e di soli cinque gol segnati fino ad ora, e che di certo il brasiliano avrebbe desiderato in crescendo.

Un'altra squalifica, dopo quel brutto gesto...

Quali che fossero le sue aspirazioni, ora è la tribuna dello stadio di Cagliari l'orizzonte del giovane talento, tribuna che per sua sfortuna ormai dovrebbe aver imparato a conoscere palmo a palmo.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Serie A

Non è la prima volta infatti che Joao Pedro deve saltare qualche turno di campionato, era già successo in seguito ad una partita contro la Fiorentina.

In quel caso, il trequartista rossoblù era stato sospeso quattro giornate dal giudice sportivo per aver rifilato una gomitata a Federico Chiesa. Joao Pedro non aveva battuto ciglio in seguito a quella sanzione, dichiarando di aver sbagliato e di ritenere giusta la squalifica che gli era stata comminata.

In merito a questa brutta faccenda di doping, invece, non sono ancora pervenute dichiarazioni del calciatore nè sul sito della società Cagliari Calcio è comparsa alcuna nota. Uno dei post più recenti è quello che il Cagliari ha riservato al brasiliano per fargli tanti auguri di buon compleanno, un post condiviso in mattinata e che ora suona come una beffa.

Di certo, nessuno si sarebbe potuto aspettare che Joao Pedro, dentro al pacco per il suo ventiseiesimo anno, potesse trovare un'amarissima sospensione per doping.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto