L'Inter è riuscita a raggiungere la qualificazione in Champions League nell'ultima giornata di campionato battendo la Lazio 3-2 in un match che si è deciso nel giro di cinque minuti con il pareggio di Mauro Icardi su rigore al 78', l'espulsione di Lulic al 79' e la rete del definitivo 3-2 messa a segno da Matìas Vecino di testa su azione di calcio d'angolo all'81'. Una vittoria che potrebbe essere fondamentale anche per il futuro economico della società nerazzurra, che ora dovrà rinforzare la rosa in vista della prossima stagione. Una rosa che ha dimostrato in più di un'occasione di essere molto corta.

Una campagna di rafforzamento che dovrà passare necessariamente dai riscatti del fantasista brasiliano, Rafinha Alcantara, e del laterale portoghese, Joao Cancelo, entrambi in prestito con diritto di riscatto fissato a trentacinque milioni di euro. E se per il primo il Barcellona ha già aperto alla possibilità di posticipare il riscatto alla prossima stagione, magari trasformando il diritto in obbligo, più complessa è la situazione relativa al secondo, con il Valencia che al momento non ha aperto a possibili sconti ma non è escluso che nella trattativa possa entrare una contropartita tecnica come l'attaccante italo brasiliano, Martins Eder.

Il paragone di Caressa

Si è discusso molto sulla cifra da investire per il riscatto di Joao Cancelo, che è intorno ai trentacinque milioni di euro.

Sull'argomento si è soffermato anche il noto giornalista, Fabio Caressa, che negli studi di Sky Sport, durante la trasmissione Sky Club si è reso protagonista di un paragone che farà sicuramente discutere molto i tifosi nerazzurri:

"Se io fossi un dirigente dell'Inter e per riscattare Cancelo mi chiedessero trentanove milioni di euro, io gli risponderei di tenerselo.

Stiamo parlando di un buon giocatore, con delle qualità, ma non è Ronaldinho. A mio avviso non vale trenta milioni più di Lazzari, l'esterno della Spal. Anzi, aggiungerò che secondo me l'uno non vale più dell'altro".

Di Cancelo aveva parlato anche il direttore di Telelombardia e Top Calcio 24, Fabio Ravezzani, che si era soffermato sulla mancata convocazione per il Mondiale in Russia con la Nazionale portoghese: "Lo so che vi attendete un mio parere riguardante il fatto che Joao Cancelo non è stato convocato per i mondiali e dunque non vale i soldi richiesti per il riscatto (vicino ai quaranta milioni di euro).

Però voglio stupirvi e vi sottolineo che per me resta un ottimo esterno destro. (Ma continua a valere massimo venti milioni di euro)".

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Inter
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!