Dalla commozione post partita alla commozione cerebrale. A quasi dieci giorni dalla finale di Champions League tra Real Madrid e Liverpool, il portiere dei Reds Loris Karius continua a far parlare di sé. I suoi due clamorosi errori di Kiev, infatti, hanno consegnato la Champions League nelle mani dei ragazzi di Zidane, gettando il tedesco nello sconforto. Secondo la sua società, però, quelle "papere" non sarebbero da imputare totalmente alla 'serata no' del loro estremo difensore.

Colpa di Ramos

Due sabati fa, durante e dopo la finale di Champions League, in molti hanno accusato Sergio Ramos di aver messo in atto più volte atteggiamenti anti sportivi.

Il difensore spagnolo, infatti, si è reso protagonista di tre spiacevoli gesti, due dei quali avvenuti nel corso della prima frazione di gioco. Se la clamorosa simulazione su Mané è costata "solamente" un ingiusto giallo al giocatore del Liverpool, il fallo su Salah ha costretto il bomber egiziano a lasciare il campo anzitempo, alimentando una serie infinita di rimpianti nei propri tifosi. Durante i primi minuti della ripresa, su un'azione d'attacco dei Blancos, Ramos si è diretto verso Loris Karius e, dallo scontro tra i due, il portiere tedesco è rimasto a terra, lamentandosi con il direttore di gara per non aver sanzionato il fallo, che sembrava fosse intenzionale. Nonostante ciò, il portiere dei Reds si è subito alzato e, senza troppi problemi, ha ripreso a giocare il match.

Secondo il parere del Liverpool, da quello scontro Karius avrebbe rimediato una commozione cerebrale che, successivamente, avrebbe fortemente condizionato la partita del portiere. Pochi minuti dopo, infatti, è arrivato il primo clamoroso errore, che ha permesso a Benzema di siglare una rete tanto fortuita quanto inaspettata.

Nei minuti finali del match, il tiro dalla distanza di Bale, sfuggito dalle mani dell'estremo difensore avversario, secondo la società inglese, confermerebbe ancor di più la tesi dell'errore non casuale.

Karius visitato in USA

Per confermare i propri sospetti, il Liverpool ha deciso di far visitare Loris Karius da un famoso neurologo di Boston.

Il portiere, infatti, si trovava negli Stati Uniti in vacanza e, di conseguenza, non ha avuto alcuna difficoltà nel recarsi alla visita. Al controllo neurologico è stata integrata una TAC, per verificare nel dettaglio la presenza di eventuali traumi. Nel pomeriggio di ieri, l'ospedale ha reso noti i risultati degli esami e, secondo quando riferito dal Massachusetts General Hospital, il portiere ha subito una commozione cerebrale, che ha portato a una disfunzione spaziale-visiva. Nonostante questo non provi assolutamente che tra il colpo di Ramos e le "papere" di Karius ci sia un rapporto di causa effetto diretto, lo scontro tra i due potrebbe aver influito negativamente sulla disastrosa prestazione del portiere tedesco.

Segui la pagina Champions League
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!