L'Inter è stata, insieme alla Roma, la squadra più attiva in questa sessione di Calciomercato nel mese di giugno. Con i suoi cinque acquisti, infatti, i nerazzurri hanno cambiato volto alla rosa a disposizione del tecnico, Luciano Spalletti, ma non sembra finita qui. Il direttore sportivo, Piero Ausilio, ha dichiarato apertamente che si cercherà di portare a Milano anche un terzino destro, un centrocampista e un esterno d'attacco.

A differenza dell'esterno d'attacco, la società nerazzurra sarebbe vicina a definire i primi due innesti (qui i dettagli). Per quanto riguarda il terzino destro il nome caldo è sempre quello di Sime Vrsaljko.

Il terzino croato, infatti, potrebbe lasciare l'Atletico Madrid e avrebbe già dato il proprio consenso per trasferirsi all'Inter. Da superare c'è l'ostacolo della formula del trasferimento, visto che i Colchoneros vogliono cedere il giocatore solo a titolo definitivo, mentre i nerazzurri chiedono la cessione in prestito oneroso con diritto di riscatto. Stando a quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, però, ieri è arrivato a Milano il direttore sportivo dell'Atletico Madrid, Andrea Berta, per incontrare proprio l'Inter e, dunque, potrebbe esserci un'accelerazione importante per la buona riuscita della trattativa. Se è vero che gli spagnoli continuano a chiedere venti milioni di euro per Vrsaljko, è anche vero che sembrano essersi rassegnati a perdere il croato tanto da essere già alla ricerca del sostituto, con il nome di Sidibé in cima alla lista degli spagnoli.

Oltre a Vrsaljko, l'Inter sembra vicina anche al centrocampista belga del Tottenham, Moussa Dembélé. In mancanza di offerte importanti dalla Cina, con il mercato che lì chiuderà il 13 luglio, i nerazzurri avrebbero strada libera per affondare il colpo. Il giocatore vuole lasciare gli Spurs e, visto il contratto in scadenza a giugno 2019, la trattativa potrebbe andare in porto per meno di venti milioni di euro, nonostante la richiesta iniziale di trenta milioni.

Fondamentale, dunque, la volontà del belga, con Radja Nainggolan che rappresenta il jolly che i nerazzurri si stanno giocando in questa trattativa. I due sono amici di infanzia essendo cresciuti calcisticamente insieme in un club di Anversa.

La nuova Inter di Spalletti

Con l'arrivo di Vrsaljko e Dembélé l'Inter completerebbe la rosa a disposizione di Luciano Spalletti.

L'arrivo di un esterno d'attacco (nelle ultime ore è spuntato il nome di Payet), infatti, è legato alla cessione nel reparto avanzato. In questi primi giorni di ritiro, il tecnico di Certaldo sta provando la difesa a quattro, vista anche l'assenza di Joao Miranda, impegnato fino a pochi giorni fa con la Nazionale brasiliana al Mondiale di Russia. Al centro spazio alla coppia composta da De Vrij e Skriniar, mentre sui lati ci sarà Asamoah a sinistra e potrebbe esserci Vrsaljko a destra. A centrocampo, al fianco del confermatissimo Marcelo Brozovic, con il suo possibile arrivo a Milano, spazio a Moussa Dembélé. Sulla trequarti sicuri del posto Nainggolan e Perisic, mentre a destra ballottaggio tra Politano e Candreva, in attesa di capire se arriverà un altro rinforzo in quel ruolo.

Al centro dell'attacco, ovviamente, il capitano, Mauro Icardi.

Inter (4-2-3-1): Handanovic, Vrsaljko, Skriniar, De Vrij, Asamoah, Brozovic, Dembélé, Candreva (Politano), Nainggolan, Perisic, Icardi.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!