Uno dei tormentoni di mercato dell'ultimo mese della sessione estiva è stato sicuramente quello riguardante il possibile trasferimento all'Inter di Luka Modric. Il fuoriclasse croato ha fatto di tutto per liberarsi dal Real Madrid e accasarsi in nerazzurro ma Florentino Perez non ha voluto saperne di lasciare andare uno dei migliori giocatori in rosa e il miglior centrocampista al mondo.

Il presidente non ha tenuto fede alla parola data al giocatore secondo la quale lo avrebbe lasciato libero di andare via in caso di terza Champions League consecutiva. Anzi, lo stesso Perez ha deciso di denunciare l'Inter alla Fifa con l'accusa di aver contattato il giocatore e il suo entourage senza informare il Real Madrid.

Denuncia che, però,è destinata a finire con un nulla di fatto visto che il centrocampista croato ha dichiarato alla Fifa che è stato lui a contattare l'Inter in quanto sin da bambino sogna di vestire la maglia nerazzurra. Inoltre il Pallone d'oro Mondiale sperava di poter raggiungere i connazionali Ivan Perisic, Marcelo Brozovic e Sime Vrsaljko.

Modric può liberarsi a parametro zero

In ogni caso Modric non sembra essersi arreso all'idea di non potersi trasferire all'Inter. Il centrocampista croato, infatti, ha intenzione di tornare alla carica nei prossimi mesi. Il capitano della Croazia farà un nuovo tentativo nella finestra invernale di mercato per cercare di trasferirsi a Milano. Qualora ciò non accadesse, come riportato dal giornalista di As, Manolete, il miglior giocatore del Mondiale potrebbe anche liberarsi a parametro zero il prossimo anno con l'ausilio dell'articolo 17:

"Modric ha ammesso che aveva in mente di andare all’Inter e al momento il rinnovo di contratto con il Real Madrid non c’è.

La prossima estate potrebbe firmare con chiunque senza che i Blancos ricevano un euro".

In realtà il Real Madrid andrebbe a percepire un piccolo indennizzo in base agli anni di contratto rimanenti, che a giugno 2019 sarà solo uno. Inter che avrebbe già una bozza di accordo con lo stesso Modric per un contratto quadriennale a quasi dieci milioni di euro a stagione più altri due anni di contratto con lo Jiangsu, l'altro club di cui è proprietario Suning, in Cina.

Male l'esordio contro il Sassuolo

Intanto l'Inter è partita male in campionato con la sconfitta subita ieri sera contro il Sassuolo, al Mapei Stadium, per 1-0 con rete di Berardi su rigore al 27'. Una partita giocata male dai nerazzurri che sono stati pericolosi solo con un paio di colpi di testa di Stefan De Vrij.

Contro i neroverdi gli unici a raggiungere la sufficienza piena sono stati Asamoah e Politano. Il peggiore in campo è stato sicuramente Dalbert, che spesso e volentieri è stato puntato dagli attaccanti della squadra di De Zerbi. Alla fine Spalletti è stato costretto a sostituirlo dopo 45' con Perisic. La prossima settimana i nerazzurri saranno impegnati domenica allo stadio Meazza contro il Torino con inizio alle ore 20:30 .

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la pagina Real Madrid
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!