Il match di Champions League tra Inter e Tottenham continua a far parlare [VIDEO], soprattutto per la fase finale della telecronaca di Sky. La gara del Meazza, valida per la prima giornata del gruppo B, ha visto i nerazzurri trovare il successo per 2-1 grazie ai gol di Mauro Icardi all'87' e di Matìas Vecino al 92' che hanno fatto esplodere gli oltre sessantamila spettatori presenti allo stadio. Un clima di festa che, come dicevamo, ha coinvolto anche i due telecronisti Sky, Riccardo Trevisani e Daniele Adani, che si sono fatti coinvolgere soprattutto al momento del gol del centrocampista uruguaiano.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Inter

Una telecronaca molto emotiva che ha suscitato qualche polemica perché, secondo qualcuno, è stata troppo faziosa, pur trattandosi di una squadra italiana impegnata nella massima competizione europea, tra l'altro dopo sei anni e mezzo di assenza.

Inter-Tottenham, la spiegazione di Trevisani

Si continua a parlare della telecronaca di Inter-Tottenham [VIDEO] e, molto probabilmente, si continuerà a farlo a lungo tra chi l'ha apprezzata per il modo di coinvolgere il telespettatore a casa e chi, invece, l'ha ritenuta troppo di parte. Il telecronista Sky, Riccardo Trevisani, però, ha voluto spiegare il motivo per cui c'è stato questo grande coinvolgimento, soprattutto nei minuti finali, intervenuto negli studi di Sky Sport. "Mauro Icardi - ha analizzato il giornalista - ha scelto la serata giusta per trovare un grande gol da fuori area, e da quella zona di campo ne ha segnati pochi. C'è un motivo se, durante la partita, ci siamo esaltati così tanto. Ad un certo punto, infatti, il Meazza tremava e questo si sentiva, si percepiva, soprattutto in tribuna.

Si percepiva che in quei minuti l'Inter avrebbe potuto rimontare il risultato e il Tottenham ha il difetto di non saper gestire la partita e quando subisce un gol, in genere, ne subisce anche un altro e per questo credevamo che la rimonta fosse possibile. Inoltre, trovo incredibile come il match che ha portato i nerazzurri in Champions League, lo scorso anno contro la Lazio, è stato deciso da Icardi e Vecino, di destro e di testa, proprio come successo contro gli inglesi martedì. Ci sono state delle circostanze incredibili - ha concluso Trevisani - che hanno contribuito ulteriormente a far perdere la testa".

Poi sulle possibilità per l'Inter di un cambio di rotta: "Ci si chiede da ieri se c'è la possibilità di fare questo salto di qualità dopo una vittoria così importante. Il destino prima ha tolto con la rete subita per una deviazione di Miranda, dopodiché ha ridato con Icardi rimasto fuori area quasi accidentalmente dopo un colpo subito e pronto a realizzare la rete del pareggio. L'Inter poteva essere sotto di due reti e alla fine ha vinto 2-1, e lì nasce l'entusiasmo".

Testa alla Sampdoria

Il tecnico dell'Inter, Luciano Spalletti, intanto, pensa già al prossimo match di campionato contro la Sampdoria, per cercare di recuperare lo svantaggio in classifica visti i soli quattro punti raccolti nelle prime quattro giornate. Non saranno ammessi passi falsi e per questo ci sarà bisogno di tutti gli elementi presenti in rosa. Potrebbero tornare a disposizione sia Lautaro Martinez che Danilo D'Ambrosio, anche se difficilmente il primo partirà dall'inizio. Quasi sicuramente, invece, partirà titolare il terzino vista l'emergenza in quel ruolo che ha costretto Skriniar a giocare largo a destra in Champions contro il Tottenham.