Termina sul risultato di 2-1 l'esordio in Champions League dell'Inter che contro il Tottenham, dunque, battezza il proprio ritorno nel migliore dei modi in uno stadio Meazza stracolmo con quasi settantamila spettatori ad assistere alla prima gara valida per il gruppo B. Gli Spurs passano in vantaggio con Eriksen al 53', aiutato da una deviazione di Miranda. I nerazzurri, però, non mollano e trovano il pareggio all'86' con un grandissimo gol di Mauro Icardi e con il gol vittoria che arriva al 92' con un colpo di testa di Vecino.

Pubblicità
Pubblicità

La partita

Il tecnico dell'Inter, Luciano Spalletti, sorprende tutti e manda in campo il 4-2-3-1 ma con Skriniar come terzino destro e con Politano preferito a Candreva rispetto alle indiscrezioni della vigilia. Primo tempo molto equilibrato tra Inter e Tottenham, con le due squadre che non producono nessuna palla gol importante, eccezion fatta per Harry Kane che stoppa una palla davanti al portiere ma, dopo averlo saltato, anziché concludere se la porta fuori.

Pubblicità

Qualche polemica sulla gestione dei cartellini, con il giallo dato a Skriniar un po' eccessivo. Nella ripresa la partita si infiamma e il Tottenham trova il vantaggio con Eriksen al 53' e va vicino al gol in almeno altre tre circostanze, fermato solo da un grande Samir Handanovic. L'Inter, però, non si perde d'animo e riesce a ribaltarla con un grandissimo tiro al volo di Mauro Icardi dal limite dell'area su cross di Asamoah.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Inter Champions League

Nel finale, poi, il gol che può cambiare la stagione dell'Inter con il colpo di testa di Vecino, sempre lui, l'uomo Champions, che fa esplodere il Meazza.

Le pagelle

Queste le pagelle del match appena concluso:

Handanovic 7: Un buon intervento nel primo tempo. Nella ripresa slava il risultato in più circostante. Sul gol viene beffato da una deviazione di Miranda;

Skriniar 6,5: Buona la prestazione dello slovacco nella posizione anomala di terzino destro;

Miranda 6,5: Bene sia in fase difensiva, sia in fase di regia difensiva;

De Vrij 6: Buona la prestazione del centrale olandese che, però, prende mezzo voto in meno per essersi perso Kane nel primo tempo;

Asamoah 7: Fa valere tutta la propria esperienza internazionale, limitando al massimo Lamela e nella ripresa sale in cattedra prendendo la squadra per mano e dando un contributo fondamentale per la rimonta;

Brozovic 6,5: Corre tanto e lotta su ogni pallone;

Vecino 7: L'uruguaiano a volte pecca in fase di proposizione nel primo tempo.

Nella ripresa cresce e trova il gol vittoria che gli vale un voto in più;

Politano 6,5: Partita buona per l'ex Sassuolo, che non soffre l'inesperienza in campo europeo;

Nainggolan 7,5: Il migliore, non molla su nessun pallone e dà una mano sia a Icardi sia al centrocampo in fase di pressing;

Perisic 5: Il croato non riesce mai a puntare e superare Aurier;

Icardi 7,5: Mai in partita nel primo tempo, sbaglia anche uno stop apparentemente semplice.

Pubblicità

Nella ripresa sbuca all'improvviso, con un grandissimo gol al volo, che sarà sicuramente uno dei più belli di questa competizione;

Candreva 5,5: Non entra bene in partita;

Keita 6: Entra e fa subito a sportellate con la difesa avversaria;

Borja Valero 6,5: Il suo ingresso è fondamentale per dare fiato e qualità negli ultimi minuti.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto