Continuano le sfide e i match infuocati della Nations League durante la sosta dei campionati. Ieri sera è toccato a Francia e Olanda affrontarsi e guadagnare i 3 punti del proprio mini-girone. Torna quindi in campo la squadra vittoriosa della Coppa del Mondo con gli stessi giocatori della finale di Mosca, eccezione fatta per portiere Lloris al momento infortunato. Dall'altra parte un'Olanda in cerca di una sua nuova dimensione, un destino un po' comune come quello dell'Italia che a dispetto degli azzurri però parte leggermente in vantaggio. La partita per i primi 45 minuti è stata dominata dalla Francia che ha aperto le danze con Mbappè; gli olandesi però non stanno a guardare e riescono a trovare il pareggio con Babel.

I transalpini però riescono alla fine a vincere il match grazie ad un goal di Giroud.

Francia: Mbappè-goal, poi si addormenta

I francesi, nonostante siano i vincitori uscenti dalla coppa del mondo, durante il match hanno presentato sempre gli stessi difetti. Dopo il goal di Mbappè i transalpini hanno continuato a giocare e dominare il match per larghi tratti soprattutto nel primo tempo mettendo in seria difficoltà i ragazzi di Koeman. Nella ripresa i blues si adagiano sugli allori sentendo di poter gestire il match considerando la gara già chiusa. Un errore di valutazione fatale con gli olandesi che spingono e riescono a trovare il pareggio con Babel.

Prodezza di Giroud

Per i blues di Deschamps è tutto da rifare.

Il goal degli "orange" fa traballare qualche sicurezza in tutta la squadra che ha pensato di aver messo al tappeto gli avversari troppo presto. Dopo l'iniziale sfuriata però i transalpini riescono a ritrovare di nuovo il pallino del gioco e la sicurezza nei propri mezzi. Il match viene alla fine risolto da un gran gol di Giroud. L'attaccante del Chelsea conclude in porta con una bella conclusione al volo che permette alla Francia di esultare ed ottenere tre punti importantissimi per il prosieguo della competizione.

Nonostante il risultato l'Olanda c'è

Gli orange stanno attraversando un periodo non facile dal punto di vista calcistico. Come in Italia, anche l'Olanda è in un momento di ricostruzione del proprio calcio, tuttavia, rispetto alla Nazionale Azzurra gli olandesi si sono dimostrati già più squadra e con un'identità ben precisa nonostante sia cambiato praticamente molto dall'ultima rosa.

La sconfitta con la Francia ci sta ma per quanto visto ieri, questa squadra contro la Germania il 13 ottobre non è detto che sia per forze di cose una vittima sacrificale.

Segui la nostra pagina Facebook!