C'è grande attesa per il debutto della Nations League, l'ultima nata in casa Uefa. Un vero campionato delle nazioni, composto da autentiche divisioni che, almeno per il primo anno, sono designate in base al ranking continentale di ogni singolo Paese. Si parte con il botto, giovedì 6 settembre, con la sfida che vedrà in campo la Francia campione del mondo contro gli ex iridati della Germania, sfida densa di tradizione. Il 7 ci sarà l'esordio dell'Italia contro la Polonia, ovviamente le gare suddette rientrano nella Lega A, la Serie A delle nazionali d'Europa: le divisioni, in realtà, sono quattro.

Per quanto riguarda la prima, ci sarà modo di seguire in chiaro 12 partite (escluse quelle dell'Italia) grazie a Mediaset che, dopo i Mondiali di Russia, ha acquistato i diritti per quest'altro importante torneo calcistico internazionale. Le gare degli azzurri, ovviamente, saranno trasmesse dalla Rai.

Diretta TV, il programma dal 6 all'11 settembre

  • 6 settembre, Gruppo 1: Germania-Francia (Canale 5, ore 20.40)
  • 7 settembre, Gruppo 3: Italia-Polonia (Rai 1, ore 20.45)
  • 8 settembre, Gruppo 4: Inghilterra-Spagna (Canale 5, ore 20.40)
  • 9 settembre, Gruppo 1: Francia-Olanda (Canale 5, ore 20.40)
  • 10 settembre, Gruppo 3: Portogallo-Italia (Rai 1, ore 20.45)
  • 11 settembre, Gruppo 4: Spagna-Croazia (Canale 5, ore 20.40)

Le partite sono visibili anche in streaming su pc, smartphone e tablet: Italia-Polonia e Portogallo-Italia su Ray Play, gli altri match su Mediaset Play.Il programma delle prime due giornate della Uefa Nations League prevde anche le gare del Gruppo 2: Svizzera-Islanda, in programma l'8 settembre alle ore 18 ed Islanda-Belgio, fissata per l'11 settembre alle ore 20.45.

La formula

La formula della Nations League, pertanto, prevede un doppio turno andata e ritorno. La vincente di ogni girone si qualifica per la Final 4 con semifinali e finali che si disputeranno a giugno del 2019 in casa di una delle quattro nazionali promosse al turno finale: pertanto potrebbero disputarsi anche in Italia, qualora gli azzurri riuscissero a superare la concorrenza di Polonia e Portogallo.

Fondamentale evitare l'ultimo posto nel girone che prevede la retrocessione della nazionale in questione in Lega B. Nelle altre divisioni, dunque, sono previste promozioni e retrocessioni come in occasione di un campionato nazionale per squadre di club (la Lega D non prevede naturalmente alcuna retrocessione). La classifica finale della Nations League determinerà il ranking per il sorteggio delle qualificazioni ai Campionati Europei del 2020.

Il torneo mette inoltre in palio quattro posti di qualificazione alla massima kermesse continentale, attraverso i play off tra le vincitrici dei quattro gironi di ogni divisione. Qualora queste abbiano già staccato il pass tramite le qualificazioni regolari, la graduatoria slitterà fino alla prima squadra che segue in classifica nella Lega e che non si è qualificata. Se una Lega non ha quattro squadre per completare l'appendice si ricorre alle squadre della divisione seguente. Gli spareggi per gli ultimi quattro posti ad Euro 2020 sono in programma tra il 26 ed il 31 marzo 2020.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Lega Nord
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!