La Supercoppa Italiana, per questa stagione, sarà un discorso tra Juve e Milan. Mercoledì 16 gennaio a Gedda, in Arabia Saudita, con fischio d’inizio alle 18,30 si assegnerà il primo trofeo dell’annata calcistica del Bel Paese, i rossoneri sono la squadra che ha alzato più volte la coppa, tre, i bianconeri invece sono a quota due e sognano l’aggancio in vetta. La partita sarà trasmessa in diretta tv da Rai 1 mentre per chi vorrà gustarsi il match in streaming le immagini saranno visibili sul sito Raiplay, tutti potranno avere accesso alla partita in maniera gratuita.

Pubblicità
Pubblicità

E se questa è una buona notizia, la cattiva è che ci sarà una bella batteria di assenti da una parte e dall’altra. Allegri dovrà giocarsi la gara senza Mario Mandzukic, uno dei pilastri della squadra spesso decisivo quando le partite contano. Il croato sarà in infermeria insieme a Juan Cuadrado, out per qualche mese, e a Benatia, il difensore è stato colpito da un infortunio muscolare che con ogni probabilità gli farà saltare la sfida.

Problemi anche in casa rossonera dove Gattuso non potrà utilizzare lo squalificato Suso, uno dei pochi in rosa che con le sue giocate può far saltare il banco e dare qualità al gioco spesso senza idee dei suoi.

Nessuna possibilità di vedere in campo anche Caldara e Biglia entrambi ai box da tempo. Inoltre da qui a mercoledì potrebbe cambiare qualcosa sul fronte Higuain, corteggiato dal Chelsea e secondo radiomercato voglioso di cambiare aria.

Dybala: un gol per entrare nella storia della Supercoppa Italiana

Le tante assenze non abbasseranno il livello della Supercoppa Italiana. La Juve, per esempio, schiererà tutti i suoi titolari, compreso Cancelo, ormai recuperato, e Cristiano Ronaldo.

Pubblicità

Il forfait di Mandzukic spiana inoltre la strada a Paulo Dybala con l’argentino che avrà la possibilità di giocare più vicino alla porta del solito, una bella inversione di tendenza rispetto al recente passato che lo ha visto spostare il suo raggio d’azione più verso la trequarti per diventare rifinitore prima di bomber. La Joya sarà un pericolo in più per Donnarumma anche perché avrà una motivazione supplementare per entrare nel tabellino dei marcatori.

Dybala è infatti a quota tre reti nella competizione, al primo posto insieme a Eto’o, Tevez, Del Piero e Shevchenko e se dovesse infilare ancora la palla alle spalle del portiere avversario si prenderebbe il trono del giocatore più prolifico della storia della Supercoppa. A quota due nella speciale classifica ci sono anche Higuain e Chiellini, difficile, per un motivo o per l’altro, che possano essere loro a strappare l’ipotetico corona all’argentino.

Pubblicità

Leggi tutto