Si avvicinano i quarti di Champions League e la Juventus sfiderà l'Ajax, squadra che suscita bei ricordi in Alessandro Del Piero perché nel 1996 ha vinto insieme ai bianconeri la Champions League, l'ultima per la Vecchia Signora. L'ex numero 10 ha parlato di questi ricordi e di altri temi caldi del calcio nell'intervista rilasciata al quotidiano spagnolo Marca.

Cristiano Ronaldo un valore aggiunto

In primo luogo l'Ajax del 1996 era una squadra più forte rispetto a quella attuale, infatti l'anno precedente aveva vinto la Coppa e i suoi talenti nel giro di un paio di anni facevano parte dei top club europei.

Pubblicità

Oggi però non bisogna sottovalutare gli olandesi perché ultimamente hanno battuto al Bernabeu il Real Madrid per 4-1. La Vecchia Signora comunque rimane la favorita alla vittoria finale perché ha costruito una squadra adatta alla competizione europea e per di più adesso può contare sull'apporto di Cristiano Ronaldo. La rimonta con l'Atletico era nelle corde dei bianconeri che scesi in campo determinati e con grande cattiveria agonistica hanno neutralizzato i colchoneros e li hanno annientati con la tripletta di Ronaldo.

La dirigenza della Continassa, acquistando il penta Pallone d'oro, si è assicurata la possibilità di ribaltare i risultati come accaduto nell'ottavo di ritorno. La scelta di CR7 di trasferirsi a Torino ha un po' sorpreso l'intervistato, ma non più di tanto perché il lusitano evidentemente stava cercando un altro top club con cui continuare a fare la storia: "Cristiano voleva una squadra che valeva nel mondo e scegliere la Juve è stato un grande affare". Se la sua ex squadra non dovesse vincere la Champions League non rappresenterebbe un vero e proprio fallimento, ma è certo che conquistarla adesso sarebbe meglio.

Pubblicità

Se ciò non accadesse, Ronaldo continuerà ancora qualche anno con Madama per cui Del Piero è convinto che la coppa dalle grandi orecchie tornerà a Torino.

Allegri e Zidane

Il ritorno di Zinedine Zidane sulla panchina del Real Madrid ha sorpreso anche l'attaccante di Conegliano Veneto, ma del resto il transalpino si trova bene a Madrid e Florentino Perez ha fatto bene a riprenderlo, visti i tre tornei europei consecutivi conquistati. L'ex giocatore è amico di Zizou e avrebbe avuto piacere nel rivederlo sulla panchina della Juventus che però ha già Massimiliano Allegri, uno degli allenatori più bravi del settore, non a caso ha già conquistato due finali di Champions.