Il 2010 è stato un anno storico per l'Inter, che ha portato la squadra milanese sul tetto d'Europa con la vittoria, nella stessa stagione, di campionato, Coppa Italia e Champions League. Punto cruciale della cavalcata fu la storica doppia sfida in semifinale contro il Barcellona, in particolare la sfida di ritorno - tenutasi allo stadio Camp Nou - è stata celebrata questo 28 aprile (nel giorno nel nono anniversario), attraverso dei post sui social, da alcuni giocatori protagonisti di quella indimenticabile serata interista.

Una notte da ricordare

L'Inter del 2010 si presentò a Barcellona il 28 aprile reduce dalla brillante rimonta nella d'andata a San Siro in cui, a seguito del gol del vantaggio iniziale blaugrana firmato da Pedro, si portò in vantaggio grazie ai gol di Maicon, Sneijder e Milito, vincendo la sfida per 3-1.

Nell'acceso clima catalano, il ritorno della doppia sfida vide la squadra nerazzurra combattere i tentativi di "remuntada" dei blaugrana, che vinsero la sfida solo per 1-0, risultato però non sufficiente alla squadra di Messi per guadagnare l'accesso alla finale, il cui biglietto fu invece strappato - dopo una combattuta partita giocata per la maggior parte del tempo in inferiorità numerica - dalla squadra interista.

Materazzi celebra Mourinho

Nonostante non fosse considerato tra i titolarissimi dell'Inter del 2010, Marco Materazzi svolse un importante ruolo da comprimario, facendosi trovare pronto quando chiamato in causa. Il difensore italiano legò particolarmente con l'allenatore José Mourinho, di recente accostato alla panchina nerazzurra, e proprio con un'immagine del portoghese alla fine di Barcellona-Inter, Materazzi ha voluto ricordare la notte del 28 aprile di 9 anni fa.

Zanetti: 'Ce ne andiamo a Madrid!'

L'argentino Javier Zanetti, storico capitano dell'Inter e ora dirigente, ha all'attivo diversi record storici in nerazzurro: il calciatore di Buenos Aires è lo straniero con più presenze in Serie A - con 615 partite - e il giocatore con più presenze nella storia dell'Inter, squadra nella quale ha registrato 858 presenze nei suoi 19 anni di permanenza.

Zanetti ha voluto ricordare il triplete postando su Instagram una diapositiva emblematica che lo ritrae sul campo dei blaugrana con le mani al cielo.

Una serata indimenticabile per Milito

Diego Alberto Milito è rimasto nei piacevoli ricordi di tanti tifosi nerazzurri come uno dei principali protagonisti dell'incetta di trofei interista nel 2010. Nonostante abbia raggiunto il suo clou nella finale di Madrid vinta dall'Inter contro il Bayern Monaco per 2-0 proprio con una doppietta della punta argentina, Milito ricorda la sudatissima partita di Barcellona come uno degli step più importanti per il raggiungimento del risultato finale.

Obiettivo Champions League

Per tornare a sognare di poter vivere nuovamente delle serate come quella di nove anni fa, l'Inter deve innanzitutto guadagnare l'accesso matematico alla Champions League del prossimo anno.

La squadra di Spalletti è attualmente al terzo posto nella classifica di Serie A e, a seguito del pareggio con la Juventus, si è portata a 62 punti, avvicinando l'obiettivo che sarà ancora più vicino in caso di vittoria nella sfida della prossima giornata contro l'Udinese.