Sembrano esserci pochi dubbi su quello che sarà il prossimo allenatore dell'Inter. Antonio Conte, infatti, sembra davvero ad un passo tanto che, settimana prossima, potrebbe apporre la firma sul nuovo contratto che lo legherà alla società nerazzurra. Accordo triennale, fino a giugno 2022, con opzione per il quarto anno, a quasi nove milioni di euro a stagione. L'ex tecnico del Chelsea, ieri, ha risolto la questione legale in sospeso con il club inglese, che sarà costretto a versare nelle sue casse una cifra intorno ai dieci milioni di sterline.

Intanto con l'amministratore delegato, Giuseppe Marotta, si starebbe già discutendo dell'Inter che verrà, visti i tanti cambiamenti che saranno apportati alla rosa nerazzurra.

Rivoluzione in attacco

L'Inter cambierà molto in attacco, viste le difficoltà palesate in questa stagione. Basti pensare che, negli ultimi mesi, Lautaro Martinez e Mauro Icardi hanno messo a segno solo due reti su azione. In particolar modo, Maurito non segna su azione da inizio dicembre, dal match contro la Roma.

Da allora tre reti, tutte su calcio di rigore, contro Udinese, Genoa e Napoli. La prima richiesta di Antonio Conte, per questo motivo, risponderebbe al nome di Romelu Lukaku. Il Manchester United è pronto a sedersi al tavolo delle trattative, non ritenendo il centravanti belga incedibile. I nerazzurri, per questo motivo, sono pronti a mettere sul piatto settantacinque milioni di euro, ma non è escluso che nell'affare possa entrare il cartellino di Ivan Perisic.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Inter Calciomercato

Una cifra che potrebbe essere ricavata proprio dalla cessione di Icardi, avallata già dall'ex tecnico del Chelsea. Nonostante la volontà espressa dal centravanti argentino di restare a Milano, infatti, l'Inter è discutere della sua cessione dopo quanto successo negli ultimi mesi.

Gli altri rinforzi

Non solo Lukaku, comunque. Un altro nome molto caldo in attacco è quello di Federico Chiesa. L'Inter sta già parlando con la Fiorentina e nell'affare potrebbe entrare Roberto Gagliardini per abbassare l'esborso economico rispetto alla richiesta iniziale di settanta milioni di euro.

Sembra ben avviata anche la trattativa per Edin Dzeko, che arriverà a prescindere dal possibile addio o meno di Icardi.

Anche a centrocampo ci saranno tanti cambiamenti. Vicino Nicolò Barella, l'Inter cercherà il colpo da novanta per alzare il tasso tecnico. Si sono abbassate le quotazioni di Ivan Rakitic, che ha dichiarato di essere felice al Barcellona, non è escluso un ritorno di fiamma per Luka Modric, che ha il contratto in scadenza a giugno 2020.

Difficile, invece, Milinkovic Savic, che la Lazio lascerà andare solo per offerte superiori ai settanta milioni e con la Juventus, in questo senso, in pole position.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto