L'Inter si prepara a partire con un nuovo ciclo, pieno di cambiamenti, nella prossima stagione. Il primo grande cambiamento c'è stato a dicembre, con l'ingresso in società del nuovo amministratore delegato, area sport, Giuseppe Marotta. Da allora si era capito sarebbe partito un nuovo ciclo. E tra qualche giorno sarà il turno dell'avvicendamento in panchina, con l'arrivo di Antonio Conte al posto di Luciano Spalletti, che alla fine è riuscito a portare per il secondo anno consecutivo la squadra in Champions League. Non basterà, però, al tecnico di Certaldo, che ora dovrà discutere della rescissione del contratto e dell'eventuale buonuscita che gli spetterà.

L'Inter di Conte

Intanto Antonio Conte avrebbe già dato le prime indicazioni di mercato all'amministratore delegato, Giuseppe Marotta. Chiuso il primo colpo con l'arrivo di Diego Godin a parametro zero, dopo essere andato in scadenza di contratto con l'Atletico Madrid, ci sono altre due trattative che sembrano ben avviate. Una è quella relativa a Nicolò Barella, che andrà a rinforzare il centrocampo.

Al Cagliari andranno trenta milioni di euro più due giovani della Primavera (non Esposito, per cui è stato posto il veto). L'altra è quella che porta a Edin Dzeko, che a Conte piace da tempo e che avrebbe voluto già al Chelsea. Alla Roma andrà solo un piccolo indennizzo, tra i dieci e i venti milioni di euro, visto che il centravanti bosniaco è in scadenza di contratto a giugno 2020. L'attaccante arriverà a prescindere dalla situazione relativa Mauro Icardi.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Inter Calciomercato

Il sogno dell'Inter

Il futuro del centravanti argentino sembra scritto, con la cessione che ormai sembra inevitabile anche per il rapporto con i tifosi che, all'uscita dal campo contro l'Empoli, lo hanno subissato di fischi. Con la sua partenza l'Inter cercherà un sostituto all'altezza. Sono due i nomi sul tavolo, Romelu Lukaku e Paulo Dybala. Il primo non ha nascosto la propria voglia di fare un'esperienza in Serie A e potrebbe arrivare con l'inserimento nella trattativa di Ivan Perisic.

Il secondo, invece, arriverebbe nel caso in cui Inter e Juventus dovessero decidere di sedersi al tavolo delle trattative per un clamoroso scambio. L'ex capitano nerazzurro a Torino e la Joya a Milano, al servizio di Conte che a Torino non ha potuto allenarlo avendo lasciato la Juve proprio nell'anno dell'arrivo dell'attaccante dal Palermo.

Il sogno dell'Inter sulla fascia destra, poi, si chiama Federico Chiesa.

Per arrivare a lui i nerazzurri devono battere la concorrenza della Juventus ma Marotta sembra essersi mosso in anticipo. La Fiorentina è pronta a trattare ma valuta il giocatore settanta milioni. La cifra potrebbe essere abbassata con l'inserimento di una contropartita tecnica, che potrebbe essere Roberto Gagliardini, che i viola hanno cercato già a gennaio.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto