Il prossimo allenatore della Juventus potrebbe davvero essere Didier Deschamps, lo scrivono in molti e per qualcuno è addirittura il favorito numero uno, attenzione però a Simone Inzaghi e a Maurizio Sarri, nomi caldi ormai da qualche giorno. Il francese, ex di turno e campione del mondo in carica con la sua Francia, è uno dei pochi nomi che vengono scritti su tutte le prime pagine dei giornali sportivi di oggi. Ha esperienza, sa che cosa è la Juve per averci giocato e per averla allenata, ed è per questo che, secondo il Quotidiano Sportivo, sarebbe addirittura in pole position, insieme a Pochettino, nella gara scattata ieri subito dopo il divorzio tra Agnelli e Allegri.

Inoltre non bisogna dimenticare la questione tattica, Deschamps ha nella difesa a quattro il suo dogma, i moduli preferiti sono il 4-3-1-2 e il 4-3-3, sistemi tattici che la Vecchia Signora ha adottato fino ad oggi e per cui la rosa è stata costruita. Il nome del transalpino viene inserito nella lista dei papabili anche da Tuttosport, da La Gazzetta dello Sport e dal Corriere dello Sport, una chiara dimostrazione di come i contatti siano avviati.

Nuovo allenatore Juventus: Inzaghi e Sarri sfidano Deschamps

I candidati per essere il nuovo allenatore della Juventus ovviamente non si fermano al solo Didier Deschamps. Da ieri è iniziato il tam tam su Simone Inzaghi, Lotito vorrebbe trattenerlo ma una chiamata dei bianconeri porterebbe al rapido addio dalla Lazio con cui ha appena vinto la Coppa Italia.

Piace, e non poco a Paratici di cui pare sia grande amico, mentre i tifosi sui social sono abbastanza freddi sulla possibilità. Il clima si scalda invece quando si inizia a nominare Maurizio Sarri, l’ex Napoli è inserito nella lista dei successori di Allegri sia da Tuttosport che dalla Gazzetta dello Sport. Il suo nome non sarebbe di certo gradito alla piazza per i suoi trascorsi al Napoli, ma è un problema che non ha mai bloccato i dirigenti bianconeri e già affrontato con Allegri, arrivato tra le polemiche cinque anni fa.

Dopo Deschamps, Inzaghi a Sarri c’è poi la lunga lista degli outsider. C’è chi come il Quotidiano Sportivo rilancia i nomi di Antonio Conte e Josè Mourinho, il primo è vicino all’Inter, il secondo difficilmente accetterebbe, mentre la Gazzetta ricorda come anche Sinisa Mihajlovic e soprattutto Mauricio Pochettino potrebbero rientrare tra i possibili allenatori della Juventus.

La lunga corsa è partita, la panchina più importante d’Italia è libera e tutti la vorrebbero. Agnelli, Nedved e Paratici decideranno chi sarà il successore di Allegri che oggi insieme al Presidente sarà in conferenza stampa, alle 14, per spiegare i morivi del divorzio.