In serie B, la 37a e penultima giornata della regular season si chiuderà col posticipo serale di questo lunedì, con l'emozionante sfida allo 'Zaccheria' di Foggia tra i locali ed il Perugia, in una gara che potrebbe decidere, per le due contendenti, le sorti del campionato.

E' un finale di stagione che stabilirà, nell'ultima giornata, la squadra che accompagnerà il Brescia in serie A e chi sarà la terza squadra a retrocedere, prima della disputa dei playoff e play out.

Il Palermo dopo aver vinto ad Ascoli si è portato ad un solo punto dal Lecce e nell'ultima gara se la vedrà con il Cittadella che deve fare assolutamente risultato per sperare di centrare il traguardo dei playoff, ma anche il Lecce avrà un impegno notevole contro lo Spezia che proprio nelle ultime gare ha raggiunto una forma invidiabile che lo ha portato nella zona alta della classifica, ad un passo dalla qualificazione alla fase degli spareggi promozione.

Finale ad alta tensione sia in testa che in coda

Ma per i play off ci sono anche squadre come la Cremonese, il Pescara ed il Verona, oltre al già qualificato Benevento, che saranno impegnate in gare all'ultimo respiro per entrare di diritto nella griglia delle contendenti che si giocheranno l'ultimo posto per la promozione.

Ma anche in coda la situazione è drammatica per Foggia, Venezia, Livorno e Salernitana, quest'ultima scivolata in piena bagarre dopo la sconfitta interna contro il Cosenza che ha fatto esonerare il tecnico Gregucci, proprio alla vigilia della gara più importante della stagione.

A Salerno non si respira un'aria tranquilla dopo gli ultimi risultati che hanno portato l'ambiente della tifoseria campana a contestare apertamente il patron Claudio Lotito, da tempo sul banco degli imputati, per le ultime deludenti stagioni.

Sebastiani: 'La Figc faccia slittare i play off'

L'altro argomento che tiene banco in Serie B, è la vicenda del Palermo, nelle aule dei tribunali sportivi, con il pesante deferimento che potrebbe incidere sull'esito finale del corrente campionato.A tal proposito dopo la denuncia presentata al Procuratore Federale ed al Coni di nove società (Benevento,Carpi, Cremonese, Lecce, Padova, Perugia, Pescara, Venezia e Verona) per le irregolarità gestionali del club rosanero, è intervenuto il presidente del Pescara Daniele Sebastiani nelle pagine sportive de 'Il Centro'.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Serie B

Il dirigente abruzzese ha rimarcato l'assoluta impossibilità di far disputare, nei tempi previsti, i play off della serie cadetta, asserendo: 'Come si fa a giocare se la prima udienza è il 10 maggio? E poi ci saranno pronunciamento, ricorso eccetera eccetera, l’assurdità non è che il Palermo abbia fatto questo campionato, ma che ciò che si contesta loro risale a 2-3 anni fa'.

E' proprio questo l'interrogativo che tutti si pongono da quando è balzata fuori la notizia del deferimento. Come sarà possibile determinare in tempi brevi la responsabilità o meno del Palermo e, soprattutto, come mai a distanza di tre anni, solo ora, vengono fuori eventuali irregolarità gestionali senza che gli organi federali abbiano controllato scritture contabili o false comunicazioni pervenute dal club siciliano?

Come al solito, ai posteri l'ardua sentenza.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto