E’ l’attacco uno dei nodi del Calciomercato del Milan. Marco Giampaolo, ufficializzato ieri sera come nuovo allenatore, vorrebbe tornare a lavorare con Patrik Schick mentre sono decisamente in ribasso le quotazioni di permanenza di Cutrone e Suso. L’idea di strappare il talentuoso ceco alla Roma viene riportata questa mattina in prima pagina da La Gazzetta dello Sport. I giallorossi considerano cedibile il giocatore, ma vogliono rientrare del grosso investimento fatto due anni fa per portarlo nella capitale, per questo i rossoneri starebbero provando a ragionare su uno scambio che possa abbassare la cifra “cash” da pagare.

Pubblicità
Pubblicità

Calciomercato Milan: la nuova idea è lo scambio Schick-Cutrone

Ed è qui che scende in campo Patrick Cutrone. Secondo alcuni rumors la prossima mossa del calciomercato del Milan sarà cedere l’attaccante dell’Under 21. I motivi sono fondamentalmente due: il primo è la voglia di giocare con continuità del ragazzo chiuso al momento da Piatek, il secondo è di natura tattica. Giampaolo non ama l’uso del centravanti potente, preferisce un giusto mix tra tecnica e rapidità che nel nuovo Milan gli verrebbe assicurato da Piatek, per questo l’anno scorso alla Sampdoria scelse Defrel al posto di Zapata.

Pubblicità

Le caratteristiche di Cutrone non si sposerebbero molto con l’idea di gioco del nuovo tecnico ed è così che è nata la prospettiva di uno scambio con Schick, pupillo di Giampaolo che già lo ha allenato alla Sampdoria. La strada sembra essere percorribile perché la Roma perderà anche Dzeko e così ha bisogno di una prima punta per il 4-2-3-1 di Fonseca. L’ostacolo è la cifra che il Diavolo dovrebbe versare alla “Lupa” che due anni fa pagò Patrik Schick 42 milioni e oggi non si può permettere di svalutarlo. La trattativa con il Milan può quindi scattare ma attenzione alle concorrenti, il ceco sarebbe infatti corteggiato anche dall’Olympique Marsiglia.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Milan Calciomercato

Suso e le altre mosse per l’attacco del Milan

Il discorso è aperto e inciderà molto sul calciomercato del Milan in attacco. L’unico punto fermo è Piatek, il polacco pur essendo un “9” di quelli tutto senso del gol e poco palleggio con i compagni è stato confermato e quindi Giampaolo punterà forte sulle sue capacità. Più difficile invece capire dove collocare Suso e Castillejo nel 4-3-1-2 che verrà adottato il prossimo anno dai rossoneri.

La sensazione è che i due esterni siano destinati a partire anche per far respirare le casse rossonere. Su Suso si vocifera da tempo dell’interessamento dell’Atletico Madrid che fino a pochi giorni fa sembrava disposto anche a pagare la clausola rescissoria da 40 milioni. Ora però i colchoneros, che ancora devono cedere Griezmann, hanno le casse abbastanza vuote avendo acquistato Joao Felix per 120 milioni.

Pubblicità

L’interesse resta, Simeone stravede per Suso, ma difficilmente si spingerà ad un’offerta così alta per l’esterno. E’difficile da piazzare invece Castillejo, il talento c’è ma la costanza manca. In teoria potrebbe fare il trequartista ma è probabile che in quel ruolo sia Paquetà il prescelto e così sarà addio. Da sciogliere il nodo Andrè Silva, tornerà da Siviglia e poi verrà valutato da Giampaolo.

Pubblicità

Il calciomercato del Milan si muove quindi anche in attacco con l’idea Schick presente sulla lista dei dirigenti rossoneri e almeno tre addii quasi scontati: quelli di Cutrone, Suso e Castillejo. In definitiva solo Piatek è sicuro di restare in rossonero anche la prossima stagione.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto