Nelle menti dei tifosi della Juventus aleggia un grande dubbio Maurizio Sarri o Pep Guardiola. Il popolo juventino è alla disperata ricerca di notizie per sapere chi sarà il nuovo allenatore. Al momento, anche i media si dividono in due fronti ovvero chi vede Sarri come candidato numero uno per la panchina dei Campioni d'Italia e chi invece crede che alla fine la spunterà Guardiola. Del possibile approdo a Torino del tecnico catalano ne ha parlato il giornalista di Rai Sport, Paolo Paganini a Radio Bianconera.

Il cronista ha spiegato che la Juve sta sondando soprattutto piste straniere: "Grazie a Pierpaolo Marino abbiamo trovato i contatti giusti", ha spiegato il cronista che poi ha sottolineato che grazie a questi contatti ha capito che in ogni caso la Juventus aveva messo come priorità per il dopo Allegri la pista straniera. Inoltre, ha sottolineato Paolo Paganini che questa pista straniera porta principalmente a Pep Guardiola, poi in seconda battuta ci sarebbe Mauricio Pochettino e infine come terza opzione ci sarebbe Maurizio Sarri.

Paganini parla del nuovo tecnico della Juve

Paolo Paganini è intervenuto a Radio Bianconera per parlare del tema più caldo di questi giorni ovvero chi sarà l'allenatore della Juventus. Il giornalista di Rai Sport ha spiegato di aver fatto varie verifiche e che come alternativa a Pep Guardiola, i bianconeri starebbero portando avanti dei contatti con Mauricio Pochettino. Dunque Paganini vede in un tecnico straniero l'opzione per il dopo Allegri e ha anche spiegato che Guardiola, la scorsa settimana, avrebbe pranzato con lo sceicco Al Mansour ad Abu Dhabi.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Juventus Calciomercato

Sempre secondo il giornalista di Rai Sport, questo incontro tra le parti sarebbe stato cordiale, ma sarebbe emersa anche la possibilità di un divorzio, qualora la sentenza UEFA nei confronti del City, fosse penalizzante. Paganini ha poi aggiunto che queste non sono operazioni facili da concludere e perciò ci sono tempistiche che vanno rispettate: "Sono tutti allenatori sotto contratto, ci sono equilibri da rispettare e le tempistiche sono legate a questo".

Guardiola o Sarri è anche una sfida giornalistica

In questi giorni chi si occupa di mercato si trova di fronte a due correnti di pensiero molto differenti legate al futuro allenatore della Juve. Infatti, c'è una parte di giornalisti che crede nell'ipotesi Guardiola e chi crede in Sarri. Di questo aspetto ne ha parlato anche Paolo Paganini: "Io sono rimasto molto sorpreso, chi fa mercato sa che in ogni caso la situazione è questa", ha spiegato il giornalista di Rai Sport sottolineando che ognuno ha le sue fonti e le verifica.

Perciò Paganini non si spiega perché si sia creata questa situazione affermando che non c'è un partito Guardiola e un partito Sarri, e che lui non ha capito perché chi crede che il nuovo allenatore della Juve sarà il tecnico catalano sia fuori dal mondo e che chi invece la pensa diversamente sia depositario della verità assoluta.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto