L'Inter ieri ha esordito in International Champions Cup, venendo sconfitta a Singapore dal Manchester United per 1-0. Una gara che ha messo in evidenza ancora i limiti della rosa nerazzurra con il tecnico, Antonio Conte, che in conferenza stampa ha sottolineato come si sia indietro nel lavoro e, in particolar modo, sul mercato. Tante le operazioni ancora da concretizzare, sia per quanto riguarda le entrate che per quanto riguarda le uscite.

È in attacco che c'è la maggior emergenza con i nerazzurri che sono scesi in campo contro i Red Devils con il tandem composto dal giovanissimo, classe 2002, Sebastiano Esposito e da Samuele Longo, destinato alla cessione. Il tecnico non le ha mandate a dire al termine del test amichevole: "Siamo in ritardo sulla tabella di marcia".

Conte chiama il patron nerazzurro

Serve, quindi, urgentemente un rinforzo in attacco.

Continua la trattativa per i due obiettivi, Romelu Lukaku e Edin Dzeko. Il tecnico dell'Inter, Antonio Conte, in conferenza stampa non ha voluto nascondere il proprio malumore chiedendo di velocizzare le operazioni. Le parole dell'ex allenatore del Chelsea, arrivato questa estate al posto di Spalletti dopo aver firmato un contratto triennale da oltre dieci milioni di euro all'anno, sono anche da monito verso la proprietà che deve accelerare per mettergli a disposizione una rosa competitiva:

"Le difficoltà ci sono e sono difficoltà importanti, se mi chiedete di essere onesto penso che siamo in ritardo sulla tabella di marcia rispetto a quello che avevamo previsto.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Inter Calciomercato

Quindi dobbiamo accelerare tutti e pensare che davanti abbiamo una strada in salita".

Nei prossimi giorni potrebbe esserci anche un faccia a faccia diretto tra lo stesso Conte e il patron di Suning, Jindong Zhang, visto che a Nanchino mercoledì andrà in scena il match valido per la seconda giornata di International Champions Cup tra Inter e Juventus, alle 13:30 italiane.

La promessa di Suning

Lo sfogo di Antonio Conte è figlio anche di quanto gli era stato promesso da Suning al momento della firma.

Il colosso di Nanchino, infatti, era a conoscenza delle richieste del tecnico dell'Inter che ha voluto e ottenuto ampie garanzie prima di legarsi ai colori nerazzurri. Zhang gli ha promesso che avrebbe avuto i due attaccanti richiesti, Romelu Lukaku e Edin Dzeko, e il fatto che ancora non siano arrivati non fa altro che alimentare la tensione tra le parti. Lo stesso centravanti belga è ansioso di lasciare il Manchester United per cominciare la sua nuova avventura avendo dato già il consenso al trasferimento.

E anche ieri, così come successo contro il Leeds, è rimasto fuori dalla lista dei convocati. I Red Devils, però, attendono che arrivi l'offerta giusta visto che valutano l'ex Chelsea e Everton ottantacinque milioni di euro.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto