Un gol, il primo, ma forse non ancora l'ultimo [VIDEO]: piattone mancino sul cross basso di Douglas Costa. Con la fascia da capitano al braccio, che Leonardo Bonucci gli ha passato nel secondo tempo. Anche lo spartito della partitella contro il Novara, vinto per 4-0, fa sembrare che la vita (calcistica) di Paulo Dybala stia andando avanti come se niente fosse. E invece Dybala non può che essere solo con il corpo alla Continassa, mentre la sua mente è già a Londra, o altrove.

Sì, perchè Paulo Dybala resta separato in casa in una Juventus che ormai gli ha fatto capire che non lo vuole più in ogni modo possibile. Ma andiamo con ordine. I numero di Paulo Dybala fino ad oggi: in Italia dal 2012, ha realizzato 73 reti in 189 partite in Serie A. Ne ha segnati 57 con la maglia bianconera e 16 con il Palermo. In rosanero anche 5 gol in Serie B.

Dybala allo United? Ecco la risposta dell'amico Evra

Tra un allenamento e un altro, gli basta uno smartphone per aggiornarsi con il suo agente Jorge Antùn, prima e dopo la telefonata fatta con il tecnico del Tottenham Mauricio Pochettino (attualmente l'unico nodo da sciogliere riguarda i diritti d'immagine, nonostante il mercato inglese chiuda oggi).

E sempre con il telefonino in mano ha provato ad esprimersi per far capire come non sia solo una questione di soldi quella che lo ha portato a rifiutare l'offerta del Manchester United, per esempio. E' bastato un like ad un messaggio dell'amico Patrice Evra, che ha invocato maggior rispetto per la storia dei Red Devils: "Per tutti gli agenti di calcio al mondo, lo United non sarà mai il vostro conto in banca!

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Juventus Calciomercato

Dovete venire qui perchè rispettate lo stemma e morire dalla voglia di vincere trofei." Un attacco a Dybala? Tutt'altro. Tant'è vero che la stessa Joya ha messo like al suo post, scatenando prima gli insulti dei tifosi dello United, poi la difesa dello stesso Evra: "Non parlate di lui per favore, non sapete niente."

Così si è espresso l'ex compagno di squadra bianconero in sua difesa, mentre anche sui social prosegue il silenzio di Dybala, che ha preferito non pronunciarsi.

Così la quotidianità di questi giorni prosegue con il medesimo ritmo e lo stesso animo di gioco. Allenamento al mattino, allenamento al pomeriggio e poi a casa aspettando novità. Oggi nuova giornata. Passato quello sbarramento, poi qualcosa dovrà succedere, quantomeno un nuovo confronto chiaro con la società. E pure il confronto aperto con Sarri non potrà essere rimandato a tardi, anche solo per togliere quell'alone di imbarazzo che inevitabilmente sta accompagnando questi primi giorni della quinta stagione di Dybala in casa juventina.

Giorni lunghi, intensi, strani. Senza gioia, in italiano.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto