Ultimo impegno in International Champions Cup per l'Inter, che ha affrontato quest'oggi a Londra il Tottenham, nel match conclusosi sull'1-1 ai tempi regolamentari grazie alle reti di Lucas e Sensi. Ai calci di rigore l'Inter si impone 4-3 grazie ad un grande Handanovic, che para i penalty di Eriksen e Skipp. Solita emergenza in attacco, con il tecnico nerazzurro, Antonio Conte, che continua a mettere pressione al club per risolvere questa problematica e non è esclusa qualche novità a riguardo nei prossimi giorni.

La partita

Il tecnico dell'Inter, Antonio Conte, conferma il 3-5-2 viste nelle prime amichevoli. In attacco c'è il tandem composto da Esposito e Ivan Perisic, con Lautaro Martinez non convocato essendo rientrato solo mercoledì dalle vacanze post Coppa America. In mezzo al campo c'è Gagliardini, con Barella che parte dalla panchina.

Nel primo tempo l'Inter parte male, con il Tottenham che riparte in velocità e dopo tre minuti è in vantaggio grazie alla rete di Lucas Moura, con una ripartenza fulminea, partita da un controllo sbagliato di Gagliardini.

Gli Spurs insistono ma non creano altre palle gol e, quindi, i nerazzurri, alla distanza, crescono. Prima il palo di Marcelo Brozovic, intorno al 22', con un grandissimo tiro a giro dalla distanza, poi il pareggio siglato da Stefano Sensi, servito da un assist di fino del giovanissimo Sebastiano Esposito.

Nel secondo tempo un po' meglio l'Inter che, però, non è mai pericolosa. Solo al 72' un cross di Dimarco crea il panico in mezzo all'area, con Puscas che per poco non arriva al tap-in vincente. Gli Spurs, invece, impensieriscono solo una volta Handanovic sempre con Lucas.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Inter

Le pagelle nerazzurre

Queste le pagelle, riguardanti i titolari dell'Inter, del match appena concluso:

Handanovic 6: Forse poteva fare qualcosa in più sul gol, ma sarebbe ingeneroso addossargli grandi colpe per una conclusione così fulminea. Nella ripresa errore grave in disimpegno che rischia di costare caro e un buon intervento. Bene ai rigori.

D'Ambrosio 6,5: Soffre inizialmente la rapidità degli avversari ma, con il passare dei minuti, prende le misure e nella ripresa è insuperabile.

De Vrij 7: Monumentale nelle chiusure e fondamentale nell'impostare il gioco da dietro.

Skriniar 6: Forse avrebbe potuto chiudere meglio Lucas sul gol, per il resto non si fa sorprendere nonostante la rapidità degli Spurs.

Candreva 6,5: Ottima prova per il laterale destro, che è molto bravo anche a dare una mano in fase difensiva.

Gagliardini 5: Il gol del vantaggio del Tottenham nasce da un suo controllo errato, ma anche in altre circostanze non è molto preciso.

Brozovic 6,5: Sempre fondamentale per questa Inter. Sbaglia alcuni appoggi ma è il risultato dei tanti palloni giocati.

Sensi 7: Conferma di essere uno dei migliori di questo precampionato.

Dalbert 6: Prova sufficiente del laterale brasiliano.

Perisic 6: Lotta su ogni pallone provando a dare profondità al gioco di Antonio Conte.

Esposito 7: La rivelazione di questo precampionato. Nonostante la giovanissima età (classe 2002), gioca come un veterano e fornisce un assist stupendo per il gol del pareggio di Stefano Sensi.

Barella 6: Alterna delle buone cose ad altre meno positive, sta trovando la miglior condizione.

Politano 5,5: Non incide, deve ritrovare la forma migliore dopo aver saltato gran parte della preparazione.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto