Oggi la Champions League riapre i battenti e i top club europei sono pronti a darsi battaglia per conquistare la preziosa coppa. Tra i club che puntano alla vittoria finale c'è anche la Juventus che rincorre questo obiettivo dal 1996, ultima stagione in cui ha vinto. In quell'annata tra coloro che hanno alzato al cielo la Coppa c'era il giovane Alessandro Del Piero che oggi da commentatore di Sky Sport ha rilasciato un'intervista a "La Gazzetta dello Sport", durante la quale ha fatto il punto sulle possibilità della squadra bianconera di tornare vittoriosa in Europa, sulle avversarie e sulla situazione di Paulo Dybala.

Il valore di Ronaldo

L'ex attaccante ha ricordato la sconfitta della Juventus nel quarto di ritorno contro l'Ajax, a suo parare per mancanza di coraggio. La squadra di Massimiliano Allegri è apparsa timorosa e ansiosa, elementi deleteri nel torneo europeo: "L'ansia da vittoria la combatti solo vincendo". La strada per proseguire fino in fondo alla competizione è, per Del Piero, l'esaltazione del talento dei giocatori e soprattutto l'acquisizione di una mentalità determinata a raggiungere il traguardo prefissato: "Acquisire certezze e mentalità vincente".

L'estetica del gioco invece non è per nulla essenziale. Secondo l'intervistato, Cristiano Ronaldo da solo non basta per conquistare la Coppa, anche se nella passata stagione non ha deluso le aspettative, basti ricordare come sia stato l'unico bianconero a fare gol nelle fasi eliminatorie: "Ronaldo in Europa è una garanzia, ma non basta". Per l'ex attaccante è importante avere campioni in rosa del calibro di CR7 perché aumentano la possibilità di vittoria.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Juventus Serie A

Il consiglio a Dybala

Il commentatore Sky esprime il suo pensiero su Paulo Dybala che durante la sessione di calciomercato è stato vicino alla cessione, ed ora sembrerebbe considerato ai margini del progetto della dirigenza della Continassa. Per Del Piero, invece la Joya potrebbe ancora fare la differenza ma non dipende solo da lui, quanto dalle opportunità di gioco che gli verranno concesse. L'argentino è dotato di grande talento e quando verrà chiamato in causa non dovrà sprecare questa prova d'appello.

Il consiglio che l'ex dieci dà al giovane è quello di non perdere fiducia in se stesso. Sul sorteggio di Champions League, l'intervistato pensa che sia stato buono, anche se mette in guardia la sua ex squadra dal Bayer Leverkusen. Napoli e Inter potrebbero superare il turno. I partenopei per Del Piero sono più avvantaggiati in Europa, mentre i nerazzurri sembrano più equipaggiati per la lotta scudetto.

Entrambe le squadre sono considerate l'anti Juve in Serie A.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto