Uno dei trasferimenti più discussi di questa estate è stato sicuramente quello di Mauro Icardi al Paris Saint Germain. Il centravanti argentino fino agli ultimi giorni di agosto ha rifiutato ogni tipo di proposta, su tutte quelle di Roma, Napoli, Monaco e Arsenal. La sua volontà era quella di rimanere all'Inter ma le parole dell'amministratore delegato, Giuseppe Marotta, e del tecnico, Antonio Conte, lo hanno portato a desistere, accettando il trasferimento a Parigi.

Il calciatore era fuori dal progetto e non partecipava mai alla parte tattica dell'allenamento. Per questo motivo, prima di accettare la corte del Psg, ha intentato una causa verso il club nerazzurro chiedendo il totale reintegro in gruppo e un indennizzo da 1,5 milioni di euro. Causa che è decaduta con il trasferimento nel club dello sceicco, Nasser Al Khelaifi.

Retroscena su Icardi

Il Paris Saint Germain ha voluto rinforzare il reparto avanzato con l'acquisto di Mauro Icardi, anche per i problemi fisici che stanno colpendo Edinson Cavani negli ultimi mesi.

L'Inter lo ha ceduto ai francesi in prestito con diritto di riscatto in un'operazione complessiva da settanta milioni di euro. Prima del passaggio l'ex capitano nerazzurro ha firmato un rinnovo di un altro anno per evitare che il club meneghino si possa ritrovare il giocatore in rosa ad un anno dalla scadenza del contratto.

Un trasferimento che ha fatto discutere non poco su chi avesse fatto o meno l'affare.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Inter

Il direttore di Telelombardia e Top Calcio 24, Fabio Ravezzani, ha detto la sua su questo trasferimento esprimendo un dubbio non di poco conto su chi potrebbe essere dietro al passaggio di Icardi al Paris Saint Germain:

"Mi è sorto un dubbio. Moratti grande amico di Icardi, Leonardo grande amico di Moratti. Siamo certi che dietro il momentaneo passaggio dell’argentino al Paris Saint Germain non ci sia lo zampino dell’ex presidente?".

Il rapporto con Moratti

Il rapporto di Mauro Icardi con Massimo Moratti sembra essere molto stretto. Il centravanti argentino è stato uno degli ultimi acquisti quando quest'ultimo era presidente dell'Inter e, nelle interviste rilasciate anche negli ultimi mesi, non ha nascosto mai la propria stima verso l'attaccante.

L'ex patron, inoltre, ha anche messo in discussione il modus operandi adottato dalla società nerazzurra riguardante l'ex capitano. Già quando a febbraio Maurito perse la fascia e rimase fuori rosa per oltre un mese, la moglie e agente, Wanda Nara, fece un appello a Tiki Taka proprio nei confronti di Moratti, chiedendogli di aiutarlo a farlo reintegrare in squadra. E non è un caso che a mediare tra Icardi e l'Inter, dopo quella sera, ci fosse l'avvocato Nicoletti, da sempre vicino alle vicende di casa Moratti.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto