Una vittoria di misura, sofferta, ma meritata. La Juventus di Maurizio Sarri supera per 1-0 l'Atletico Madrid di Diego Simeone nel quinto turno della fase a gironi di Champions League. Decisiva la rete di Paulo Dybala nel primo tempo. Senza ombra di dubbio, l'attaccante argentino ha sfoggiato la sua miglior prestazione stagionale. Settantasei minuti di calcio champagne, prima lasciare spazio a Gonzalo Higuain.

Vittoria di misura ma decisiva

Per un tempo la Juve ha giocato una gara di grande livello, condita dai classici fraseggi tanto cari al tecnico Sarri.

Un possesso palla schiacciante per quarantacinque minuti a far da protagonista. Poche occasioni da gol e poche emozioni prima della rete del vantaggio bianconero. Nel complesso, però, la partita è stata controllata dai bianconeri per lunghi tratti, che hanno mostrato una grande solidità difensiva.

Nella ripresa, Simeone è stato costretto ad apportare dei cambi per sbilanciare la sua squadra e la Juve, inaspettatamente, ha sofferto, schiacciando il proprio baricentro. Negli ultimi minuti, però, ci sono state grandi occasioni sia da una parte che dall'altra: prima Ronaldo non concretizza al meglio un'ottima ripartenza, poi, a tempo oramai scaduto, Alvaro Morata a porta vuota fallisce il gol del possibile pareggio.

Le parole di Sarri a fine gara

Ai microfoni di Canale 5, a fine partita, Maurizio Sarri è apparso soddisfatto della prestazione della squadra: "Abbiamo fatto un primo tempo ad altissimi livelli. Nel secondo tempo, invece, abbiamo perso un sacco di palloni e abbiamo abbassato un po' il baricentro. Nel finale abbiamo pagato un po' la stanchezza, ma sono contento per la prestazione".

Poi, una battuta sul cambio Dybala-Higuain: "Ho deciso di sostituire Dybala perché avevamo abbassato troppo il baricentro e Higuain poteva farci salire, per questo ho fatto questo cambio".

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Juventus Champions League

Sarri ha commentato anche la prestazione di Cristiano Ronaldo: "L'ho tenuto dentro perché speravo potesse avere qualche occasione in area di rigore. Poi ha dato anche una mano in difesa e quindi sono soddisfatto. In questo momento deve ritrovare il gol e ritrovare la serenità".

Infine dal tecnico toscano è arrivato anche un commento anche su Dybala e Higuain, i quali parevano ad un passo dall'addio l'estate scorsa: "Quest'estate per necessità di bilancio la società aveva bisogno di fare delle cessioni, e quindi, ad un certo punto del mercato, tutti erano potenzialmente cedibili.

Entrambi sono due giocatori validi e i più forti sono sempre i più richiesti. Siamo tutti consapevoli che stiamo parlando di due grandissimi giocatori di altissimo livello".

Ora la Juventus può concentrarsi interamente al campionato: domenica (ore 12:30) ospiterà il Sassuolo di Roberto De Zerbi. L'obiettivo è ovviamente la vittoria, per mantenere il primato indipendentemente dal risultato dell'Inter.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto