La sconfitta dell'Inter contro il Borussia Dortmund in Champions League è stata uno degli argomenti principali dei media sportivi il giorno dopo la disfatta interista. A tenere banco sono soprattutto le parole del post partita di Conte riferite alla sua società, rea, a suo giudizio, di non aver rispettato pienamente le promesse di inizio stagione per quanto riguarda il mercato. Il tecnico pugliese ha rimarcato infatti che la sconfitta contro il Dortmund è frutto di una rosa troppo ridotta e troppo responsabilizzata rispetto anche alla poca esperienza di alcuni dei suoi elementi.

A tal riguardo ha parlato anche l'ex direttore sportivo della Juventus Luciano Moggi, ospite a Radio Bianconera e protagonista di una rubrica sull'emittente radiofonica, denominata "Moggi Risponde", in cui lo stesso risponde alle domande degli utenti. Riguardo le esternazioni di Conte, Moggi ha usato parole dure nei confronti del tecnico, che considera in ogni caso un ottimo allenatore e un bravo ragazzo, che però ogni tanto "perde la tramontana".

Moggi: 'In una squadra di calcio si vince e si perde tutti insieme'

Luciano Moggi, protagonista di una rubrica su Radio Bianconera, ha risposto a diverse domande poste dagli utenti: su tutte spicca la sua considerazione su Conte per le parole nel post partita di Borussia Dortmund-Inter. Secondo Moggi, il tecnico pugliese non avrebbe dovuto usare quelle parole perché si vince e si perde tutti insieme e, se fosse stato un dirigente dell'Inter, lo avrebbe esonerato.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Inter

Sono dichiarazioni, quelle di Conte, che, a giudizio di Moggi, non dovrebbero esistere e che, se fosse dipeso da lui, gli sarebbero costate l'esonero.

L'ex direttore sportivo bianconero ha poi parlato anche della situazione del Napoli, convinto che l'ammutinamento dei giocatori non sia stato tanto contro Carlo Ancelotti, ma piuttosto contro la società. Secondo Moggi, questi malumori non sono nati dopo il pareggio contro il Salisburgo, ma è da tempo che evidentemente i giocatori covano malumore nei confronti del presidente De Laurentiis. Per Moggi ci dovrebbe essere più rispetto nei confronti di chi paga i giocatori.

La Juventus in Champions League

Si è toccato poi l'argomento Juventus: in particolar modo Moggi ha sottolineato che, quest'anno, le possibilità di vittoria dei bianconeri sono più alte perché le altre società tradizionalmente candidate alla vittoria finale non passano un buon momento di forma, riferendosi in particolare a Bayern Monaco, Barcellona e Real Madrid. Secondo l'ex direttore sportivo bianconero, la qualità di queste grandi squadre europee sarebbe diminuita rispetto agli anni precedenti.

Novità video - Conte: "Mi sono fidato di alcune cose e non avrei dovuto"
Clicca per vedere

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto