Quella fra Leonardo Bonucci e la Juventus è una vera e propria storia d'amore fatta di molti alti e pochi bassi. Arrivato nel club bianconero nel 2010, il numero 19 juventino oggi si sente leader e bandiera del club bianconero e la 'crisi' vissuta nell'estate del 2017, con conseguente passaggio per un anno al Milan, è ormai alle spalle. Da quando è tornato a Torino, Leonardo Bonucci ha sempre sottolineato di essere di nuovo a casa e ogni giorno lo dimostra sul campo, confermando il suo grande attaccamento alla causa juventina.

Quest'anno con l'arrivo di Maurizio Sarri, il numero 19 bianconero ha messo al servizio della squadra tutta la sua esperienza e sta fornendo prestazioni di altissimo livello.

Leonardo Bonucci, nel corso di un incontro che si è tenuto ieri all'Allianz Stadium, ha spiegato che il cambio di allenatore non è stato facile da assimilare: "Noi dobbiamo capire il cambiamento, altrimenti siamo persi. Ed è quello che accaduto con Sarri", ha detto il difensore della Juve che poi ha aggiunto che quello con il tecnico toscano è stato "un cambiamento totale".

Bonucci parla da leader

La Juventus ha nella sua rosa giocatori dal grande carisma e dalla grande esperienza. I cosiddetti "senatori" sono l'anima della squadra e trasmettono i valori di 'juventinità' ai ragazzi più giovani. Uno di questi punti fermi è senza ombra di dubbio Leonardo Bonucci, il quale nelle scorse ore si è raccontato a 360 gradi nel corso di un evento di Randstad che si è tenuto all'Allianz Stadium.

Il numero 19 juventino ha sottolineato come il cambiamento con Maurizio Sarri sia stato totale e ogni novità va sempre metabolizzata: "Bisogna accettarlo senza presunzione, senza pensare di essere sempre nel giusto".

Inoltre, il difensore juventino si è soffermato proprio sul rapporto con i compagni più giovani: "Dei giovani bisognerebbe rubare il loro entusiasmo, che per noi è vita". Poi ha aggiunto che i giovani accettano le sfide e per gli elementi più maturi come lui questo deve essere uno stimolo in più.

Infine, il difensore viterbese ha parlato anche della scelta fatta due anni fa di passare al Milan: "La scelta di andare al Milan mi ha fatto maturare come uomo", ha spiegato il giocatore juventino.

Leonardo Bonucci, inoltre, nelle scorse ore ha parlato anche ai microfoni di Sky Sport, e ha spiegato che il gioco che sta proponendo in questo momento la Juventus è giusto per affrontare i match europei: "Per noi giocare in Europa non dico che sia più facile, ma è più stimolante", aggiungendo poi che quando si trovano gli spazi si può manovrare più velocemente la palla, allora ciò diventa perfetto per il gioco di Maurizio Sarri.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Champions League
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!