La Juventus a fine ottobre ha ufficializzato tramite l'assemblea degli azionisti l'aumento di capitale da 300 milioni di euro che servirà per ripianare i debiti assunti negli ultimi anni ma allo stesso tempo per implementare le infrastrutture ed investire sul mercato. Ciò che emerge dall'ultimo bilancio d'esercizio è la perdita finanziaria assunta dalla società bianconera di circa 40 milioni di euro, come ampiamente previsto dai dirigenti bianconeri. D'altronde il pesante investimento su Cristiano Ronaldo della scorsa stagione ha bisogno di tempo per essere attutito e soprattutto è necessario che gradualmente incrementino i ricavi d'esercizio.

Quest'ultimi sono cresciuti molto ma non a tal punto di portare ad un pareggio di bilancio, che probabilmente arriverà entro un paio di stagioni. Ciò che dovrebbe maggiormente preoccupare la Juventus, secondo la società di consulenza finanziaria KPMG, è il limite superato associato al Fair Play Finanziario.

Juventus, possibili sanzioni Uefa per il Fair Play Finanziario

Come dicevamo, con l'attuale monte ingaggi la Juventus rischia delle sanzioni da parte della UEFA per aver superato il limite del Fair Play Finanziario.

Come è noto infatti il totale degli stipendi non devono superare il limite imposto del 70%, attualmente la Juventus lo supera del 1% e questo potrebbe creare dei problemi per il prossimo Calciomercato. Ad esempio il Barcellona attualmente è al 69% dopo aver definito negli ultimi anni un piano di rientro delle spese sostenute per gli elevati costi del personale. Ciò che pesa sul monte ingaggi bianconero è sicuramente l'ingaggio di Cristiano Ronaldo, che si attesta sui 31 milioni di euro a stagione, inoltre da questa stagione si è aggiunto anche De Ligt.

L'olandese guadagna circa 7,5 milioni di euro a stagione ed, escludendo l'innarrivabile Cristiano Ronaldo, è uno dei più pagati della rosa bianconera insieme a Dybala, Higuain, Rabiot e Ramsey.

Il mercato della Juventus

Questa esigenza potrebbe portare la Juventus ad alleggerire la rosa se non a gennaio, durante il calciomercato estivo. In questo mese a rischio cessione c'è sicuramente Emre Can, che non è considerato attualmente dal tecnico bianconero Maurizio Sarri.

Il tedesco ha molto mercato, piace in particolar modo a Paris Saint Germain e Tottenham. Gran parte delle cessioni però potrebbero essere definite durante il calciomercato estivo: oltre ad Emre Can, a rischio ci sarebbero Khedira, Bernardeschi, De Sciglio. Inoltre la dirigenza bianconera spera di monetizzare da Perin, attualmente in prestito al Genoa. In estate però potrebbero esserci anche importanti investimenti, si parla molto del possibile arrivo di Pogba.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Affari E Finanza
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!