Zlatan Ibrahimovic si è infuriato con i propri compagni di squadra dopo che il Milan ha gettato alle ortiche un vantaggio di 2-0 contro l'Inter nel derby della Madonnina. Le reti segnate nella prima frazione di gioco da Ante Rebic e dallo stesso Ibrahimovic avevano fatto credere ai rossoneri di poter conquistare la stracittadina dopo anni di digiuno, ma all'inizio del secondo tempo c'è stato un crollo inspiegabile da parte del Milan, con i nerazzurri che hanno subito pareggiato con le reti messe a segno da Marcelo Brozovic e Matias Vecino.

Nelle successive fasi del match Stefan de Vrij prima e Romelu Lukaku allo scadere hanno portato il punteggio sul 4-2, lasciando Zlatan Ibrahimovic furioso. Parlando con 'Sky Sport Italia' dopo la partita, ha dichiarato: "È difficile spiegare cosa è successo. All'intervallo ci siamo detti che i primi 15 minuti del secondo tempo saranno cruciali, e proprio nell'arco di 15 minuti abbiamo concesso due gol".

Milan, Ibrahimovic molto arrabbiato ai microfoni Sky

Durante l'intervista rilasciata a Sky alla fine della partita, Ibrahimovic ha cercato di spiegare come sia stato possibile un calo così evidente della squadra rossonera: "Abbiamo smesso di giocare, la squadra ha smesso di correre, abbiamo smesso di pressare.

Dalla fine del primo tempo in poi, tutto è crollato". L'attaccante ha poi aggiunto: "Penso che molto dipenda dall'esperienza, perché devi sapere come controllare una partita in cui si conduce per 2-0, non è possibile pensare che sia finita". Continuando lo svedese sembra non capacitarsi di come il Milan abbia potuto subire la rimonta: "È strano perché la nostra prima metà di partita è stata praticamente perfetta.

Mi aspettavo di più dall'Inter e la prestazione del primo tempo non sembrava quella di una squadra degna del secondo posto. Hanno dimostrato di meritare la loro posizione in classifica dopo la fine del primo tempo".

Milan, anche Pioli commenta amaramente la sconfitta

Le frustrazioni di Zlatan Ibrahimovic sono state riprese dal suo allenatore Stefano Pioli, che ha dichiarato come la performance dei suoi giocatori l'abbia fatto arrabbiare molto: "La prima metà della partita è frutto della tattica studiata durante la settimana, nella seconda metà ci sono stati due episodi in cui avremmo dovuto fare molto meglio", ha detto.

“Siamo stati bravi nel creare gioco, ma i due gol subiti hanno cambiato le carte in tavola. Dopo aver subito il gol di De Vrij, abbiamo avuto la possibilità di pareggiare, ma la nostra negligenza sui due gol subiti ha pesato molto nella nostra prestazione complessiva".

“Quando la partita cambia dobbiamo stare molto più attenti, l'Inter è molto più esperta di noi ed è abituata a giocare determinate partite. Hanno anche avuto un po' di fortuna, noi abbiamo colpito due legni". Il mister rossonero infine afferma che "Ero arrabbiato con i giocatori perché avevamo compiti difensivi. È stata la migliore prestazione, abbiamo messo sotto pressione un avversario forte che aveva 19 punti in più.

Con più attenzione ora saremmo qui per parlare di una partita diversa. Abbiamo fatto un'ottima partita, la migliore della stagione in assoluto".

Segui la pagina Milan
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!