Uno dei migliori giovani emergenti del calcio italiano è Sebastiano Esposito. Nonostante la giovanissima età, si tratta di un classe 2002, l'attaccante è stato promosso in prima squadra dal tecnico dell'Inter, Antonio Conte, che ha puntato su di lui come quarto attaccante all'interno della rosa nerazzurra. Il grave infortunio subito a ottobre da Alexis Sanchez, inoltre, gli ha permesso di poter essere la prima alternativa a Romelu Lukaku e Lautaro Martinez e giocare qualche partita importante. Il prossimo anno l'attaccante potrebbe essere ceduto per giocare con maggiore continuità e con meno pressione rispetto a quanto accada a Milano.

Il Torino penserebbe a Esposito

Uno dei nomi al centro dei rumors di mercato in casa Inter in queste ultime settimane è stato quello di Sebastiano Esposito. Le parti stanno trattando il rinnovo di contratto, in scadenza a giugno 2022, non senza complicazioni. L'attaccante, infatti, ha deciso di separarsi dal suo storico entourage dopo aver rifiutato la proposta da oltre 900.000 euro a stagione più bonus alla firma. Il giocatore si è unito alla scuderia di Federico Pastorello, e ora la fumata bianca per il rinnovo sembra più vicina.

A prescindere da ciò, però, il classe 2002 sarà ceduto per permettergli di fare esperienza e giocare con meno pressioni rispetto a quanto accade a Milano, con l'Inter che alzerà ulteriormente l'asticella il prossimo anno puntando allo scudetto.

Su di lui ci sarebbe il forte interesse del Torino. I granata vogliono rinforzare il reparto avanzato con un elemento anche di prospettiva, vista la possibile partenza di Simone Zaza, che non ha convinto a pieno anche in questa stagione. Le due società per questo motivo avrebbero cominciato a discuterne, anche se il patron, Urbano Cairo, avrebbe fatto sapere al club nerazzurro di non volere Esposito solamente in prestito.

La possibile trattativa

Inter e Torino starebbero discutendo del futuro di Sebastiano Esposito. I granata non sono i soli ad essere interessati al giovane attaccante e per questo motivo avrebbero anticipato la concorrenza avviando i contatti con il club nerazzurro già nelle scorse settimane.

Come detto, Urbano Cairo avrebbe fatto sapere di non volere solo in prestito il giocatore ma vorrebbe inserire nell'affare un diritto di riscatto.

I nerazzurri lo valutano intorno ai 15 milioni di euro ma potrebbero inserirlo nell'affare che coinvolge anche Armando Izzo, difensore nel mirino di Conte e Marotta per la prossima stagione. In quel caso, però, l'Inter si vorrebbe riservare un diritto di recompra per non perdere il controllo del cartellino del giovane attaccante, su cui crede molto.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Torino Calcio
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!