Il nome di Leo Messi potrebbe infiammare la prossima sessione di Calciomercato. Il fuoriclasse argentino sembra essere ai minimi storici nel suo rapporto con il Barcellona, soprattutto dopo i risultati degli ultimi mesi. I blaugrana, infatti, hanno perso lo scudetto in volata con il Real Madrid e si giocheranno l'accesso alle final eight di Champions League nel ritorno degli ottavi di finale contro il Napoli. La Pulce ha avuto anche problemi extra campo e, qualora dovesse decidere di dire addio, uno dei club che sembrerebbe essere in pole position sarebbe l'Inter.

Inter su Messi

Il sogno di mercato dell'Inter risponde al nome di Messi.

Il fuoriclasse argentino è stato spesso accostato ai nerazzurri negli anni scorsi, ma non c'è mai stato nulla di concreto. Solo nel 2006, quando la Pulce era agli esordi con la maglia del Barcellona, ci provò l'allora presidente Massimo Moratti, ma senza successo. Ora le cose potrebbero cambiare, sia per i rapporti non più idilliaci tra il numero dieci e la dirigenza, sia per la forza economica della società nerazzurra, che può contare su un colosso come Suning.

Un indizio ulteriore potrebbe arrivare dal padre di Messi, che nei giorni scorsi ha acquistato casa a Milano, proprio vicino alla sede del club nerazzurro, tra i grattacieli di Porta Nuova. In un grande appartamento in via Joe Colombo con tanto di sala riunioni e postazioni di lavoro, da dove gestirà le finanze, le sponsorizzazioni e i diritti sportivi del figlio.

Impossibile non collegare, con questi presupposti, il nome del fuoriclasse argentino all'Inter che, tra l'altro, nel 2021 potrebbe avere un nuovo sponsor tecnico, visto il contratto in scadenza con la Nike. L'arrivo di Messi darebbe forza al club meneghino in sede di trattativa, con Adidas che già si era portata avanti nei mesi scorsi e che già fornisce materiale sportivo alla nazionale argentina.

Le cifre dell'affare Messi

Il contratto di Messi non spaventa l'Inter e, soprattutto Suning. La società nerazzurra appare in crescita anche a livello di brand e di fatturato e l'arrivo di un fuoriclasse mondiale come l'argentino potrebbe rappresentare la svolta definitiva. La Pulce ha un ingaggio da oltre 30 milioni di euro a stagione più premi e bonus al momento della firma.

Operazione che, comunque, sarebbe più vantaggiosa rispetto a quella che ha portato Ronaldo alla Juventus visto che i nerazzurri potrebbero contare sul decreto Crescita, che prevede una tassazione solo del 25% per chi arriva in Italia dopo almeno tre anni all'estero. Resta da vedere, eventualmente se arrivasse al divorzio tra Messi e il Barça, come l'Inter possa mettere le mani sullo stesso Messi. Potrebbe essere pagato un indennizzo al club spagnolo come gentlement agreement, così come successe tra Juventus e Real Madrid, ma il classe 1987 potrebbe avere una clausola nel contratto che gli permetterebbe di liberarsi a costo zero già questa estate, un anno prima della scadenza naturale del contratto.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!