Doppia tegola in casa Inter, ad una settimana dal tour de force che vedrà i nerazzurri in campo ogni tre giorni. Milan Skriniar e Alessandro Bastoni sono risultati positivi alla Covid-19 durante i test effettuati con le rispettive nazionali. Il giovane azzurro è obbligato alla quarantena dopo il secondo tampone che ha confermato la sua positività. Per lo slovacco, invece, risultato positivo al primo tampone, si attende il responso del secondo. Se la positività sarà confermata, anche per lui scatterebbe la quarantena e l'obbligo di rimanere in patria per due settimane. Nel frattempo Bastoni lascerà oggi il ritiro dell'Under 21 e tornerà a casa.

Nella giornata di ieri, l'Inter ha comunicato che il difensore è completamente asintomatico e che seguirà le procedure previste per il protocollo sanitario. Invece appare più complicata la situazione di Skriniar che si trova in Slovacchia e, nel caso di esito positivo del secondo tampone, dovrà rimanere nella sua nazione di origine per due settimane. Successivamente potrà tornare a Milano una volta terminato il periodo di isolamento ed essere risultato negativo ai successivi tamponi.

Problema Inter in difesa: il 17 c'è il derby e il 21 la Champions

Le due positività dei difensori hanno fatto tremare l'Inter e Antonio Conte in vista del derby del 17 ottobre e della prima partita del girone di Champions, prevista il 21 contro il Borrussia Moenchengladbach.

L'emergenza in difesa è preoccupante, ma tutto l'ambiente nerazzurro è in ansia, alla luce anche delle modalità che hanno portato alla scoperta della positività di Skriniar e Bastoni. Entrambi sono risultati negativi al primo giro di tamponi effettuati all'arrivo nei ritiri, ma positivi al secondo, 48 ore prima del match.

Per precauzione, tutti gli otto giocatori dell'Inter rimasti ad Appiano sono stati sottoposti ai test, e i risultati sono attesi in giornata. Per loro è scattato l'isolamento fiduciario: sono previsti allenamenti individuali e non potranno abbandonare le loro abitazioni, salvo che per andare al centro sportivo di Appiano.

Nuove soluzioni in difesa: D'Ambrosio e Kolarov

Conte ha sempre temuto i ritiri con le Nazionali, per via degli eventuali infortuni dei suoi giocatori, ma anche perché si vede sempre svuotare lo spogliatoio. Questa volta, però, non è stata colpa di nessuno. Il Coronavirus ha colpito anche i nerazzurri e il tecnico leccese dovrà trovare al più presto soluzioni per arginare l'emergenza in difesa. Le probabili soluzioni saranno D'Ambrosio sul centro-destra e Kolarov sul centro-sinistra. Il giocatore serbo è stato acquistato per far rifiatare Bastoni, alla luce anche dei molteplici impegni stagionali dell'Inter.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la pagina Inter
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!