Diego Armando Maradona è morto all'età di 60 anni. Il fenomeno argentino si è spento a causa di un attacco cardiaco pare causato da alcune complicazioni derivanti dal delicato intervento al cervello cui era stato sottoposto non più tardi di qualche giorno fa.

Le ultime notizie

La leggenda di Napoli e Barcellona e campione indimenticato della Nazionale argentina, secondo quanto riportano il quotidiano argentino il "Clarin" e la CNN, è stato colto da un attacco cardiaco mentre si trovava nella sua abitazione. Sotto shock ovviamente il mondo del calcio. Una notizia sconvolgente, non solo per il mondo del pallone, ma per tutto l'universo dello sport.

Diego Maradona è stato forse il più grande calciatore di tutti i tempi.

La sua storia

Talento straordinario del Napoli e della nazionale Argentina, Il "Pibe de Oro" ha cambiato, con il suo genio calcistico e la sua devastante personalità, la storia di queste due squadre. Due finali con la "Seleccion", di cui una vinta nella Coppa del Mondo di calcio del 1986. Proprio nel 1986 Maradona, arrivato all'appuntamento in forma smagliante, dimostrò a tutto il mondo le sue capacità: indimenticabile il gol contro l'Inghilterra ai quarti di finale, ritenuto il più bello mai visto in un campo di calcio. Storiche anche le imprese compiute con la maglia del Napoli.

Il club partenopeo deve proprio a Maradona infatti la conquista dei suoi due scudetti, arrivati nella stagione 1986-87 e 1989-90.

Il fenomeno argentino trascinò il Napoli anche alla conquista del suo unico trofeo europeo, con la vittoria della Coppa Uefa arrivata contro lo Stoccarda, il 17 maggio del 1989. Nella sua carriera ha vestito anche le maglie dell''Argentinos Juniors, del Boca Juniors, del Barcellona, del Siviglia e del Newell's Old Boys.

Le reazioni del mondo del calcio

Innumerevoli le reazioni alla notizia della morte di Diego Armando Maradona. Tutte le società di calcio stanno riempendo le proprie pagine Twitter con messaggi di cordoglio e di ricordo per il fenomeno argentino. Diego Armando Maradona, nonostante una vita fuori dal campo sregolata, segnata dalla dipendenza prima dalla cocaina e poi dall'alcool, è riconosciuto come un vero e proprio "dio" del calcio, un uomo che riusciva ad emozionare interi popoli e intere città attraverso il suo immenso talento calcistico.

Diego Armando Maradona, nel mondo del calcio, sarà per sempre ricordato come uno dei giocatori più forti della storia di questo sport, una leggenda che è riuscito a rendersi, nella testa e nel cuore delle persone, immortale.

Segui la pagina SSC Napoli
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!