Il campionato italiano di Serie A nelle ultime giornate sembra aver preso una direzione ben definita. L'Inter di Antonio Conte infatti ha trovato continuità di prestazioni e di risultati e attualmente è prima in classifica davanti a Milan e Juventus.

Un merito del tecnico pugliese è l'aver saputo compattare la squadra in un momento difficile dal punto di vista societario. Allo stesso tempo ha saputo valorizzare anche i giocatori che ha disposizione, su tutti il centrocampista Christian Eriksen. Dato per partente durante il Calciomercato invernale, il classe 1992 nelle ultime partire ha giocato spesso titolare regalando anche ottime prestazioni.

Dopo due anni di Inter quindi si inizia a vedere il lavoro di Antonio Conte, che ha saputo costruire una squadra solida, valorizzando anche le individualità. Il tecnico pugliese è diventato il tecnico dell'Inter nell'estate 2019, anche se - secondo quanto recentemente affermato da Ciccio Graziani - il suo vero sogno sarebbe stato quello di ritornare alla Juventus.

Secondo Graziani Conte sarebbe voluto ritornare alla Juventus

Ospite nella trasmissione televisiva di Mediaset 'Tiki Taka', Ciccio Graziani ha dichiarato: "Conte voleva ritornare alla Juventus nell'estate 2019, fino all'ultimo ha aspettato una chiamata dei bianconeri, era quello il suo sogno".

Secondo l'ex giocatore campione del mondo '82, Conte avrebbe sperato in una chiamata da parte della Juventus per il post Massimiliano Allegri.

Alla fine però la società bianconera decise di dare fiducia a Maurizio Sarri, rimasto allenatore della Juventus fino ad agosto 2020, venendo successivamente sostituito poi da Andrea Pirlo. La scelta dell'Inter da parte del tecnico pugliese sarebbe quindi venuta solo dopo aver capito che da parte della Juventus non c'era interesse a richiamarlo sulla panchina bianconera

Possibili attriti Conte e Agnelli

Nell'estate 2019 si era molto parlato del motivo per cui la Juventus non aveva mai considerato un ritorno di Conte sulla panchina bianconera.

Fra le cause sembrerebbe esserci il difficile rapporto fra il tecnico pugliese e il presidente della Juventus Andrea Agnelli. Fra l'altro ne sarebbe dimostrazione anche lo scontro verbale avuto all'Allianz Stadium di recente nella semifinale di ritorno di Coppa Italia fra Juventus-Inter.

Alcune indiscrezioni di mercato, nel 2019, infatti parlavano di una volontà da parte sia del vice presidente Pavel Nedved che del direttore sportivo Fabio Paratici di voler richiamare Conte.

Sarebbe stato Agnelli a dire di no, da lì poi arrivò la decisione di contattare Maurizio Sarri. Anche la successiva nomina di Andrea Pirlo sulla panchina bianconera sarebbe una decisione voluta soprattutto dal massimo dirigente bianconero.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!