Uno dei reparti che con ogni probabilità l'Inter proverà a rinforzare nella prossima sessione estiva di calciomercato è quello d'attacco. A parte il tandem d'attacco titolare formato da Romelu Lukaku e Lautaro Martinez, infatti, i nerazzurri sono alla ricerca di certezze anche per le alternative che permetta, appunto, di far rifiatare la Lu-La. Alexis Sanchez e Andrea Pinamonti potrebbero essere ceduti, visto che entrambi vorrebbero giocare con maggiore continuità rispetto a quanto fatto quest'anno. In entrata il nome che potrebbe tornare in auge è quello di Edin Dzeko, ad un passo dai nerazzurri già a gennaio.

L'Inter pensa sempre a Dzeko

L'Inter, vinto lo scudetto con quattro giornate ancora da disputare, avrebbe cominciato a muoversi sul mercato in vista della prossima estate e uno degli obiettivi principali sarà quello di rinforzare l'attacco. Il tecnico nerazzurro, Antonio Conte, avrebbe fatto un nome su tutti, quello di Edin Dzeko. Si tratterebbe di un ritorno di fiamma per il centravanti bosniaco, ad un passo dal club meneghino già a gennaio in uno scambio con Alexis Sanchez saltato per piccole differenze sull'ingaggio al lordo dato che il Nino Maravilla usufruisce del decreto crescita mentre il Cigno di Sarajevo no.

Dzeko piace molto per le sue caratteristiche, essendo in grado di giocare indistintamente sia con Lautaro Martinez che con Romelu Lukaku.

Non è un caso che, a parte a gennaio scorso, Conte lo avesse richiesto con forza già al momento del suo arrivo a Milano, nell'estate del 2019, ma in quel caso la Roma non volle saperne di privarsene e per questo motivo Ausilio e Marotta hanno deciso di virare proprio su Alexis Sanchez. Nonostante l'arrivo di José Mourinho sulla panchina giallorossa dal prossimo anno, infatti, l'attaccante classe 1986 dovrebbe dire addio anche per abbassare il monte stipendi della squadra.

In questa stagione, comunque, Dzeko ha dato il proprio contributo mettendo a segno sette reti in ventiquattro partite di campionato, a fronte di cinque reti realizzate in nove partite di Europa League.

Le cifre

Bisognerà vedere se Edin Dzeko deciderà di rescindere il proprio contratto con la Roma, con un anno di anticipo rispetto alla scadenza naturale.

In quel caso l'Inter potrebbe mettere sul piatto un biennale, con opzione per il terzo anno, a 4 milioni di euro a stagione, spalmando l'ingaggio attuale ma giocando nella squadra detentrice del titolo. In caso contrario i due club potrebbero sedersi nuovamente al tavolo delle trattative come fatto a gennaio, magari provando a portare in porto lo scambio con Alexis Sanchez, che nella Capitale troverebbe più spazio rispetto a quanto fatto a Milano.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina A.S. Roma
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!