Nella terz'ultima giornata di Serie B il Lecce perde anche nella trasferta di Monza per 1-0, decide una punizione magistrale di Barberis. Dopo un primo tempo poco incisivo, i giallorossi hanno diverse occasioni per pareggiare con Nikolov e Mancosu, nel finale palo di Hjulmand.

Contemporaneamente la Salernitana vince a Pordenone e si porta al secondo posto, mentre i brianzoli sono terzi con 61 punti, a pari merito con il Lecce, ma in vantaggio per negli scontri diretti sui salentini.

La partita

Il primo tempo inizia con le due squadre che si studiano a vicenda: il Lecce prova a fare la partita ma con il passare dei minuti i padroni di casa prendono il pallino del gioco.

A metà del primo tempo ci prova Coda, che con una finta scarta Paletta, ma il suo destro non impensierisce Di Gregorio che blocca. Frattesi, con la sua tecnica e gli inserimenti, è una spina nel fianco per il centrocampo del Lecce. Il match è equilibrato, ma al minuto 41' arriva l'episodio decisivo.

Dermaku, schierato a sorpresa titolare, commette un fallo nei pressi della trequarti salentina su Dany Mota, Valeri fischia calcio di punizione per i biancorossi. Sulla palla si presenta Andrea Barberis che, con una traiettoria perfetta, trafigge Gabriel per l'1-0 Monza. Gli ospiti hanno un'occasione al 45' con Dermaku che, dopo una ribattuta di Bellusci, manda alto un tiro insidioso. La prima frazione di gioco si chiude con il risultato di 1-0 per i padroni di casa.

Secondo tempo

Nel secondo tempo Corini inserisce Mancosu al posto di Tachsidis, ma è il Monza a rendersi pericoloso più di una volta. Al 52' Barberis serve Boateng, Dermaku non lo marca, ma l'ex giocatore del Milan spara alto. Al 53' è Carlos Augusto che, con un rasoterra alla sinistra di Gabriel, sfiora il raddoppio. Il Lecce sembra frastornato dalla furia biancorossa.

Corini al 58' richiama Dermaku e Henderson per Meccariello e Nikolov, quest'ultimo da più vivacità alla manovra salentina. Il Lecce ci crede, al 61' ci prova prima Stepinski di testa senza successo, ma al 63' i salentini hanno una ghiotta occasione per portarsi in parità: Bjorkengren serve Stepinski che sulla linea di fondo mette un traversone rasoterra in mezzo per Nikolov.

Il macedone colpisce con lo stinco e, a porta sguarnita, non riesce a trovare il tap-in vincente. Si salva il Monza. Al minuto 65' i giallorossi sprecano l'occasione più grossa: Mancosu, servito da Stepinski, si fa respingere il tiro da Di Gregorio da due passi: grave errore per il capitano del Lecce. Brocchi al 67', vedendo la sua squadra soffrire, decide di giocarsi la carta Balotelli al posto di uno stanco Boateng. Dopo un minuto dal suo ingresso l'ex Nazionale rischia il rosso con un intervento da dietro su Lucioni, ma Valeri decide per il giallo.

Al 76' ennesima occasione per gli ospiti, su calcio d'angolo Hjulmand anticipa tutti ma colpisce il palo. La partita va avanti con le due squadre stanche che non creano azioni degne di nota, così Valeri dopo 5' minuti di recupero decreta la fine dell'incontro.

Il Monza vince 1-0 una sfida importantissima, ma la sua festa viene rovinata dalla contemporanea vittoria della Salernitana al 96'. I brianzoli ora sono terzi in classifica a 61 punti. Notte fonda per il Lecce che non riesce a riscattarsi dopo la sconfitta di sabato scorso contro il Cittadella. La truppa di Corini ora si allontana dalla promozione diretta.

Le parole di Frattesi

Il centrocampista del Monza Davide Frattesi, a fine partita, ha dichiarato: "Ho saputo adesso il risultato della Salernitana. È triste, ma credo che non sia ancora finita".

Frattesi analizza la prestazione della sua squadra: "Nel primo tempo sicuramente potevamo fare di più ma nella seconda frazione di gioco abbiamo sprecato troppo, mancando più volte il raddoppio.

È stata la migliore partita del Monza".

Il centrocampista dell'Under 21 conclude mandando un messaggio alla sua ex squadra Empoli, che affronterà la Salernitana nella penultima giornata di Serie B: "Spero mi facciano un regalo, ma noi dobbiamo vincere le ultime due partite. Arrivare nella massima serie, sarebbe un sogno".

Segui la pagina Serie B
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!