Il dopo Hakimi va scelto con attenzione dal punto di vista tecnico ed economico. LInter vuole regalare a Simone Inzaghi un esterno destro che sappia interpretare il ruolo a tutta fascia e che abbia l’esperienza e il talento giusto per partire subito titolare. Hector Bellerin dell’Arsenal sarebbe la prima scelta, il giocatore sarebbe propenso ad arrivare in Italia, ma i gunners vorrebbero cederlo dietro un corposo assegno. Discorso simile per le due alternative Naithan Nandez del Cagliari e Denzel Dumfries del PSV, le società non avrebbero nessuna intenzione di accettare il prestito annuale con diritto di riscatto.

Dumfries colpo di calciomercato dell’Inter, Raiola alleato

Le difficoltà a convincere Arsenal e Cagliari stanno costringendo Beppe Marotta a puntare forte sull'olandese, esterno più giovane rispetto agli altri e che avrebbe un costo vicino ai venti milioni. Piace perché ha dimostrato anche all’Europeo di avere qualità difensive e offensive già da club di alto livello oltre ad una discreta esperienza internazionale. Il problema è sempre quello della formula per provare a portarlo a Milano. La società olandese per ora non vorrebbe accettare la possibilità di vedere partire il proprio gioiello in prestito, anche se dovesse essere inserito il diritto di riscatto per l'estate prossima.

I nerazzurri però non sarebbe tagliati fuori, anzi.

Secondo gli ultimi rumor il giocatore starebbe spingendo per approdare in Italia e alle sua spalle sarebbe pronto a muoversi il potente agente Mino Raiola. Uno dei procuratori più famosi del mondo, che ha in squadra anche Dumfries, avrebbe iniziato da qualche tempo il lavoro ai fianchi del PSV muovendosi con diplomazia per provare a trovare il punto di incontro tra le parti in causa.

La situazione economica nerazzurra al momento non permette un’offerta in denaro, lo sa bene Beppe Marotta che per tutti gli obiettivi per il post Hakimi sta proponendo un anno di prestito per poi riuscire ad acquistare l’intero cartellino l’anno prossimo quando la situazione del bilancio dovrebbe essere migliore. Nel caso dell'esterno dei Paesi Bassi la volontà del ragazzo e il lavoro di Raiola potrebbero rappresentare due dettagli non da poco nella riuscita della trattativa.

La sensazione è che tra Bellerin, Nandez e l’olandese potrebbe arrivare due obiettivi per permettere ad Inzaghi di avere una rosa più profonda in vista delle tante competizioni che inizieranno tra agosto e settembre. Lo stesso tecnico in sede di presentazione aveva indicato lo Scudetto come obiettivo, ma ha dichiarato di voler fare più strada in Europa rispetto al recente passato nerazzurro.