L'Inter avrebbe potuto ingaggiare qualche anno fa Sergej Milinkovic Savic. La conferma arriva direttamente dall'ex direttore sportivo Walter Sabatini che, durante un intervento nella pagina Facebook Back to the Football, ha rivelato: "La Lazio poteva vendere 4-5 anni fa Milinkovic-Savic a 50-60 milioni di euro. C'è stato un momento in cui abbiamo tentato di prenderlo all'Inter: c'era stata una richiesta fatta non direttamente a Tare e Lotito ma dal procuratore e si parlava di quella cifra".

Il calciatore, che adesso avrebbe una valutazione di circa 100 milioni di euro e piacerebbe anche alla Juventus, è stato spesso accostato alla squadra nerazzurra che, però, ancora non riuscirebbe a soddisfare le pretese di Claudio Lotito.

Inoltre, il serbo trova nel club milanese particolari aspirazioni perché, con il gol siglato lo scorso sabato, è arrivato a segnare alla Beneamata ben cinque reti da avversario. La società nerazzurra, a causa di un inizio poco esaltante di Hakan Calhanogolu, avrebbe bisogno di un rinforzo a centrocampo ma, al momento, la situazione finanziaria non permette investimenti astronomici. Le carte in tavola potrebbero cambiare se realmente, il fondo saudita Pif, dovesse acquisire la società presieduta adesso dagli Zhang.

Inter: fari puntati su Belotti

I dirigenti milanesi avrebbero intensificato anche i contatti per Andrea Belotti. Secondo quanto riportato da Tuttosport, infatti, il Torino avrebbe deciso di cederlo a gennaio per evitare di perderlo a parametro zero in estate perché il suo contratto scade proprio nel 2022.

Il classe 1993 ha deciso di rifiutare la proposta di rinnova postagli da Urbano Cairo che prevede un contratto quinquennale da 3,5 milioni di euro all'anno. Sulle sue tracce, però, ci sarebbero anche altri club come Milan, Fiorentina e Zenit San Pietroburgo. Marotta e Piero Ausilio vorrebbero regalare a Simone Inzaghi un profilo con caratteristiche da prima punta, che sia anche in grado di far rifiatare Edin Dzeko.

La valutazione sarebbe di circa 15 milioni di euro e a fargli spazio potrebbe essere Alexis Sanchez. Lo sfogo del cileno, avvenuto dopo il match vinto contro il Sassuolo, non è affatto piaciuto alla società, che potrebbe decidere di cederlo proprio a gennaio. Il ragazzo ex Barcellona percepisce uno stipendio di circa 7 milioni di euro e sarebbe corteggiato anche da Betis Siviglia, Siviglia e Marsiglia.

Contro lo Sheriff Tiraspol Inzaghi lo ha inserito a pochi minuti dalla fine e, al termine del match, ha dichiarato di aspettarsi ancora tanto sia da lui che dall'altro cileno, Arturo Vida. Quest'ultimo potrebbe essere già titolare contro la Juventus.