Il successo di domenica sera del Napoli a San Siro contro il Milan, ha consentito all'Inter di Simone Inzaghi di laurearsi campione d'inverno con una giornata di anticipo. Il vantaggio su entrambe le rivali, infatti, è adesso di 4 lunghezze a 90 minuti dal termine del girone d'andata. E’ un traguardo che non regala trofei, ma comunque arrivare primi al giro di boa del campionato vuol dire essere riusciti in un qualcosa di assolutamente non banale. Il titolo di ‘Campione d’Inverno’ non è di quello che resta negli annali, tant’è che sono in molti a definirlo platonico, tuttavia se si vanno a guardare le statistiche ci si rende conto che va quanto meno considerato come una sorta di indice.

Inter regina d'inverno dopo 12 anni

Per la diciassettesima volta nella sua storia l’Inter è campione d’inverno. Grazie al successo del Napoli sul campo del Milan, nel posticipo della 18ª giornata di campionato, i nerazzurri hanno con un turno d’anticipo la certezza di chiudere il girone d’andata davanti a tutti. Titolo che i nerazzurri non conseguivano dalla stagione 2009/2010, un’annata che si concluse con lo storico Triplete da parte della squadra di Mourinho che vinse Scudetto, Coppa Italia e Champions League. Un traguardo che va a impreziosire un 2021 straordinario per i nerazzurri che, nel maggio scorso, hanno interrotto l’egemonia della Juventus in Serie A tornando a vincere uno scudetto dopo 11 anni con Antonio Conte in panchina e che nel mese di dicembre con Simone Inzaghi hanno infranto il tabù ottavi di Champions League dopo 10 anni.

L'Inter dopo aver battuto il record di gol segnati in un singolo anno solare (ben 103), nel prossimo match contro il Torino avrà la possibilità di infrangere un altro primato. I nerazzurri, infatti, nel 2021, hanno conquistato ben 101 punti in classifica. Unica squadra capace di far bene quanto l’Inter fu la Juventus di Allegri nel 2018.

I nerazzurri, però, hanno la chance di migliorare il dato e stabilire un nuovo record: basterà, infatti, anche solo un pareggio contro la squadra di Juric per fare, di nuovo, la storia.

Precedenti e statistiche

Negli 89 campionati di Serie A tenutisi fino ad oggi solo due squadre campioni d'inverno non risultarono classificate nelle prime tre a fine campionato; sempre nello stesso periodo, in 58 occasioni la capolista a metà campionato, o una di esse, fu campione d'Italia a fine torneo (65%); la percentuale è leggermente più alta nell'epoca dei 3 punti, a partire dalla stagione 1994-95: nel 67% delle volte (18 su 27 campionati) la squadra campione d'inverno ha poi terminato il torneo da primatista

Tuttavia ci sono alcune eccezioni, basti pensare allo scorso anno quando fu il Milan a conquistare il titolo d’inverno, per poi subire il sorpasso dei cugini durante il girone di ritorno.

La squadra allenata da Inzaghi sta facendo meglio di quella di Conte: a quota 43 punti dopo le prime 18 giornate, 3 punti in più dello stesso arco temporale della scorsa stagione. Ora, però, Inzaghi, dopo aver recuperato 11 punti a Milan e Napoli negli ultimi due mesi, è chiamato alla prova più importante: confermarsi nel ritorno e bissare lo scudetto del suo predecessore.