Pioli ha provato a spegnere le voci, assicurando che il Milan non comprerà "tanto per fare" in questa sessione di mercato. Ma la realtà è che Maldini e la dirigenza sono alla ricerca di un difensore centrale, quanto mai necessario visto l'infortunio di Kjaer (che ha concluso già la stagione), Tomori (il cui tempo di assenza non è ancora chiaro) e la volontà di cedere in prestito Gabbia.

L'obiettivo, comunque, è quello di non spendere troppo e puntare su giocatori giovani e talentuosi, come Federico Gatti e Nicolò Casale.

Su Casale c'è l'interessamento anche della Lazio

La trattativa che potrebbe portare Casale al Milan è senza dubbio molto complicata, per vari motivi. Il primo, forse determinante, è la volontà dell'Hellas Verona (che detiene il cartellino del giovane) di non privarsi del proprio giocatore durante questa sessione invernale di mercato. Ma le complicanze non sono terminate qui, perché Casale è anche un obiettivo della Lazio. Entrambi i club vorrebbero acquistare subito il giocatore, con Pioli e Sarri che (per motivazioni diverse) gradirebbero lavorare subito con il giocatore. Al momento non è chiaro se, con una offerta congrua, il muro del Verona possa sgretolarsi o meno.

In attesa di capire cosa avverrà, il Milan sonda anche delle alternative e tra queste c'è sicuramente Gatti.

Il difensore classe 1998, che in questa stagione con il Frosinone ha messo a segno anche tre gol e un assist, nella partita di sabato scorso contro il Pisa è stato osservato da un delegato rossonero. Anche in questo caso, comunque, è difficile pensare che il club ciociaro voglia privarsi di una pedina così importante a stagione in corso.

Questione rinnovi: si blinda Theo Hernandez

In attesa degli sviluppi di mercato, Maldini è comunque a lavoro anche per risolvere delle questioni interne non di poco conto. Su tutte, a tenere banco sono ancora i rinnovi di contratto: mentre per Kessiè e Romagnoli la situazione è ancora incerta, diverso è il discorso per Theo Hernandez.

L'esterno francese, infatti, vuole rimanere al Milan e la squadra rossonera è pronta a blindarlo, con un contratto fino al 2026 e con un ingaggio triplicato rispetto all'attuale, che prevede uno stipendio pari a 1,5 milioni di euro a stagione.

Intanto, il Milan (come molte altre squadre del nostro campionato) deve continuare a fare i conti anche con la situazione legata alla pandemia da Covid-19. Nelle ultime ore, però, la società ha potuto sorridere anche su questo versante, con la notizia che Alessio Romagnoli è tornato a disposizione dopo l'esito negativo di un tampone.