La sessione invernale di Calciomercato si è quasi conclusa e l'Inter si è fatta trovare pronta con gli acquisti di Robin Gosens dall'Atalanta e Felipe Caicedo dal Genoa, mentre in uscita sono andati via Stefano Sensi, ceduto alla Sampdoria, e Martin Satriano, al Brest, entrambi con la formula del prestito secco.

Ora l'amministratore delegato nerazzurro, Giuseppe Marotta, avrebbe cominciato a lavorare per rinforzare la rosa a disposizione di Simone Inzaghi già nella prossima annata, quando si cercherà di renderla competitiva ulteriormente anche in campo europeo, in Champions League, con l'obiettivo di andare oltre gli ottavi di finale.

I possibili colpi dell'Inter per giugno

L'Inter avrebbe cominciato ad imbastire alcune trattative già in vista della prossima estate. Il nome in cima alla lista degli obiettivi è quello di Gianluca Scamacca, che si giocherebbe il ruolo di centravanti con Edin Dzeko, il quale non è più giovanissimo e non può reggere le tre partite in una settimana ad alti livelli. Trattativa ben avviata con il Sassuolo sulla base di 40 milioni di euro, con il possibile inserimento di una o due contropartite tecniche nell'affare tra Pirola, Pinamonti e Casadei.

Dal club neroverde potrebbe arrivare anche Davide Frattesi, per cui è stato fatto un tentativo per portarlo a Milano subito, come per Scamacca, ma Carnevali non ha voluto privarsene a gennaio.

Marotta è storicamente attento al mercato degli svincolati e la grande occasione porta a Paulo Dybala, che potrebbe non rinnovare il contratto in scadenza con la Juventus. Il rapporto tra i due è molto forte: fu proprio il massimo dirigente a portarlo a Torino nell'estate del 2015 dal Palermo e la stima è rimasta immutata. Per la "Joya" sarebbe pronto un quadriennale a 7,5 milioni di euro a stagione, la stessa cifra percepita attualmente da Alexis Sanchez.

Mercato degli svincolati che coinvolge anche Franck Kessié, anche se in questo caso si tratta più di una suggestione. L'Inter, infatti, non andrà oltre una proposta da 6,5 milioni più bonus, la stessa cifra percepita da Arturo Vidal, che dovrebbe andare via.

In difesa il grande rinforzo dovrebbe essere Gleison Bremer, che il Torino valuta 25 milioni di euro.

Cifra che la società nerazzurra potrebbe ricavare dalla cessione di Stefan De Vrij in Premier League. Un altro indizio che porta al centrale brasiliano è legato al suo agente, lo stesso che ha collaborato nel portare Robin Gosens a Milano a gennaio.

La possibile Inter 2022-2023

L'Inter potrebbe costruire una squadra molto competitiva, sia in Italia, dove si sta rinforzando anche la Juventus, sia in Europa. Proprio per questo il club ha cominciato a lavorare con largo anticipo per evitare aste. Questa, dunque, potrebbe essere la formazione di Simone Inzaghi l'anno prossimo, se dovessero andare in porto tutti gli affari poc'anzi ipotizzati.

Inter (3-5-2): Onana; Skriniar, Bremer, Bastoni; Dumfries, Barella, Brozovic, Calhanoglu (Kessié), Gosens; Lautaro (Dybala), Scamacca (Dzeko).