Uno degli calciatori più chiacchierati in queste giornate di mercato è indubbiamente Paulo Dybala. L'argentino ha detto addio alla Juventus e, attualmente, è alla ricerca di un club che possa metterlo al centro del progetto sportivo. Si è parlato di molte formazioni interessate alle prestazioni dell'ex bianconero, ma una di quelle società più accostate al nome di Paulo è l'Inter. Prima del ritorno di Lukaku in nerazzurro, le intenzioni dell'Inter sembravano chiare: portare Dybala a Milano ad ogni costo, o quasi. Con l'ufficialità del ritorno del belga, per concretizzare l'approdo della Joya a Milano si dovranno superare due ostacoli, non di poco conto.

Il primo è quello legato al compenso che vuole l'argentino, il secondo, invece, sono le uscite in attacco che l'Inter dovrà finalizzare. Secondo indiscrezioni riportate dalla Gazzetta dello Sport, sulla parte economica Marotta avrebbe trovato l'accordo.

Due ostacoli da superare: ingaggio e cessioni

Sul primo ostacolo sembrano esserci novità positive. Secondo il quotidiano sportivo, l'accordo economico ci sarebbe: 5 milioni a stagione che si andrebbero ad aggiungere ad una parte fissa legata alle presenze maturate durante la stagione (almeno la metà delle partite totali, 50%) e una clausola rescissoria.

Pretese che dunque sarebbero state ridimensionate, rispetto a quelle che erano le richieste di qualche mese fa (si era parlato anche di una richiesta da più di 8 milioni di euro dell'entourage dell'argentino).

Il mercato si è appena aperto, ma Dybala è ancora senza squadra, seppur sembri avere una preferenza per Milano, dove ritroverebbe Marotta.

Marotta che, dopo aver probabilmente trovato l'accodo economico con l'ex bianconero, dovrà sistemare la questione cessioni. Sanchez partirà, questo è certo. Ma ancora non ci sono destinazioni concrete.

Il calciatore inizierà il ritiro ad Appiano, in attesa di scoprire dove giocherà la prossima stagione. Il cileno guadagna 7 milioni di euro, cifra che sta rallentando molte trattative. Ma la sola cessione di Sanchez potrebbe non bastare.

Inter, il futuro di Dzeko e Correa

Sanchez-Dzeko-Correa: due tra questi tre potrebbero dover partire se l'Inter decidesse di accelerare per Dybala.

Spiegata la situazione del cileno, gli altri due si contenderanno il posto nella società nerazzurra anche per la prossima stagione. Correa sta stupendo tutti in questi primi giorni di allenamenti estivi. Gol e assist in una posizione, quella da trequartista, per lui nuova con Inzaghi. Per il Tucu non sono arrivate offerte, anche perché è stato pagato 31 milioni di euro dall'Inter, che non vorrebbe registrare minusvalenze.

Per il bosniaco, l'unico ostacolo per una sua cessione sembra essere legato all'ingaggio. 4 milioni per un giocatore avanti con l'età sembrano troppi, questo spaventa quelle formazioni, come la Juventus, che avrebbero pensato a Dzeko come buona alternativa per il loro reparto offensivo.

L'eventuale approdo di Dybala a Milano dunque sembra ora essere strettamente legato alle operazioni in uscita che l'Inter riuscirà a definire nelle prossime settimane, con la presunta certezza che Marotta abbia strappato una promessa all'entourage di Paulo: sarà avvisato in caso di rilanci da parte di altre società.