L'Inter potrebbe essere una delle protagoniste della prossima sessione invernale di Calciomercato, a gennaio. Una campagna acquisti che in genere non regala grandissime emozioni ma con il Mondiale di mezzo potrebbe esserci spazio anche per qualche movimento importante. Uno di questi riguarderebbe N'Golo Kanté, che in Qatar con la Francia non c'è per un infortunio al ginocchio, ma in rotta con il Chelsea. Il giocatore ha il contratto in scadenza a giugno e proprio per questo motivo i Blues sarebbero disposti a cederlo con qualche mese di anticipo, anche per non perderlo a parametro zero.

Inter su Kanté

L'Inter potrebbe cambiare qualcosa in mezzo al campo nella prossima sessione invernale di calciomercato, a gennaio. Ovviamente, molto dipenderà dalle uscite con Roberto Gagliardini fuori dai piani e nel mirino di Monza e Cremonese. Occhio anche a Kristjan Asllani, che non è escluso possa essere ceduto con la formula del prestito per permettergli di giocare con maggiore continuità rispetto a quanto successo nella prima parte della stagione.

Con un'uscita servirà un innesto e la società nerazzurra si sta guardando intorno in cerca di qualche occasione importante. Una di queste porta il nome di N'Golo Kanté, che potrebbe lasciare il Chelsea già a gennaio, pur avendo il contratto in scadenza a giugno.

Il centrocampista francese non sembra rientrare nei piani di Potter e anche a causa di diversi problemi fisici ha giocato poco nella prima parte della stagione. Soltanto due le presenze raccolte in Premier League, mentre in Champions League non ha mai giocato quest'anno. Troppo poco per un calciatore delle sue qualità, che a causa di un infortunio al ginocchio ha dovuto anche rinunciare al Mondiale in Qatar con la Francia.

Intanto un altro nome accostato al centrocampo dell'Inter è quello di Adrien Rabiot, che a giugno va in scadenza di contratto con la Juventus.

L'offerta nerazzurra

Tornando a Kanté, i rapporti tra Inter e Chelsea sono ottimi, come testimonia il passaggio in nerazzurro di Romelu Lukaku la scorsa estate in prestito secco. Questo potrebbe anche facilitare il buon esito della trattativa, che comunque non sarà così semplice visto l'alto ingaggio percepito da N'Golo Kanté, superiore ai 15 milioni di euro netti a stagione.

Se il centrocampista francese accettasse di decurtarsi l'ingaggio, potrebbe arrivare la fumata bianca per un ingaggio non superiore ai 6 milioni, che grazie al Decreto Crescita sarebbe inferiore ai 9 milioni lordi. I due club, invece, sarebbero pronti a uno scambio alla pari con Kanté in nerazzurro e Stefan De Vrij in direzione Londra, altro giocatore in scadenza di contratto. In questo modo entrambi i club non perderebbero i rispettivi giocatori a parametro zero.