Nel corso dell'evento Festival dello Sport avvenuto a Trento, Antonio Conte ha dichiarato di voler tornare ad allenare una squadra che abbia vinto da poco, al contrario di quanto fatto fino ad ora ovvero prendere squadre da ricostruire dopo annate sotto i loro standard. Indizio criptico che potrebbero però portare ad un club in Italia, la Juventus: la società bianconera, almanacco alla mano, non trionfa in campionato dal 2019.

Antonio Conte svela di voler allenare una squadra che ha vinto da poco: la Juve sarebbe un'opzione valida

Antonio Conte è tornato a parlare in occasione del Festival dello Sport che si è tenuto a Trento e analizzando quello che potrebbe essere il suo futuro ha detto: "Un giorno mi piacerebbe allenare una squadra che ha vinto da poco.

Perché per esempio ho preso il Chelsea reduce da un settimo posto, la Juve dopo il settimo". Un messaggio criptico che però potrebbe nascondere più di un indizio sulla prossima destinazione del tecnico salentino. La volontà di Conte sarebbe quella di tornare a guidare una panchina in Italia per stare vicino alla sua famiglia ed ai suoi amici ed una squadra che al termine della stagione potrebbe fare al caso suo sarebbe la Juventus. La compagine piemontese manca ormai all'appuntamento con la vittoria dal 2019, quando i bianconeri allenati da Maurizio Sarri si imposero sull'Inter per un punto e portarono a casa il trentaseiesimo scudetto della loro storia. Inoltre la Juventus, seguendo le dichiarazioni di Conte, sarebbe l'ideale per il tecnico leccese anche per il discorso degli ultimi posizionamenti: il club bianconero è reduce da campionati piuttosto deludenti in questi ultimi anni, con un settimo posto della scorsa stagione arrivato per motivi legati al caso plsuvalenze e due quarti posizionamenti collezionati nei campionati del 2020/21 e del 21/22.

Juve, perché Conte apparirebbe un nome plausibile anche per la famiglia Agnelli

Trattando l'argomento Conte in ottica Juve non si può non prendere in considerazione la vicenda dalla visuale dei proprietari, gli Agnelli. L'ad Jonh Elkann, ha recentemente confermato la fiducia riposta nell'operato di Massimiliano Allegri, il quale però, avrebbe ricevuto nella scorsa sessione di mercato estiva più di una proposta dal ricco campionato arabo.

Indiscrezioni vicine al toscano vorrebbero Allegri pronto ad affrontare la stagione in corso con la Juventus spronato da un senso di rivalsa che potrebbe culminare con la fine del campionato 23/24. Se dunque il livornese accettasse le sirene tentatrici degli emirati nel prossimo giugno rinunciando all'ultimo anno di contratto con la "Vecchia Signora", allora la Juve potrebbe cogliere l'occasione per richiamare Conte alla Continassa.

Anche a livello economico, l'eventuale ingaggio del leccese non andrebbe a stravolgere i piani dirigenziali della Juve, che potrebbe sostanzialmente girare i 7 milioni di euro netti che percepisce attualmente Allegri nelle casse di Conte.