Panico per gli alunni e per i genitori dell'Istituto comprensivo "Campo del Morocino", una Scuola situata nei pressi di Via Marina a Napoli, vicino l'ospedale Loreto Mare. Stamattina, un uomo di sessantaquattro anni ha eluso la sorveglianza (assente) ed è entrato nell'istituto come un normale alunno della scuola, e armato di pistola ha iniziato a cercare una donna con la quale avrebbe una relazione amorosa travagliata. Non era la prima volta che riusciva a entrare armato in quella scuola come dichiarano i genitori degli alunni.

Anche venerdì scorso, infatti, l'uomo sarebbe riuscito ad entrare armato e avrebbe iniziato a cercare a gran voce la "maestra Giovanna", il movente principale del gesto folle dell'uomo, originario di Casal di Principe, in provincia di Caserta.

Fortunatamente per gli alunni, e probabilmente anche per la maestra Giovanna, l'uomo è stato fermato da un genitore di un alunno prima che potesse commettere dei danni. In realtà, la tragedia non si è consumata solo grazie ad un caso fortuito: "Se la pistola di quell'uomo non si fosse inceppata quando ha tentato di sparare al genitore che lo stava braccando, ora si sarebbe verificata l'ennesima tragedia", fa notare diligentemente una madre, mentre un altra fa notare che i ragazzi di quella scuola hanno visto entrare nel loro istituto un uomo armato per la seconda volta nel giro di pochi giorni e che per loro è impossibile esser sereni mentre si recano a scuola ogni mattina.

La preside ha spiegato che la scuola poiché accoglie un bacino di utenza di 400 alunni deve necessariamente mantenere i cancelli aperti la mattina e quindi la sorveglianza non sempre riesce ad essere efficiente.

Il genitore che ha disarmato l'autore del folle gesto, intervistato per Studio Aperto, ha dichiarato di non aver pensato a nulla nel momento in cui prendeva quella decisione che lo avrebbe consacrato come un piccolo eroe locale: "Ho agito pensando solo ai bambini, per loro si fa tutto, sono la cosa più importante" e dopo queste parole subito l'applauso delle madri riconoscenti.

Segui la nostra pagina Facebook!