L’amatissimo e odiatissimo, a seconda dei punti di vista e dei gusti musicali, cantautore napoletano Gigi D’Alessio, rischia un processo per rapina. Per dei fatti avvenuti nel gennaio 2007. A riportare l’indiscrezione è il quotidiano milanese Il Corriere della sera, notizia poi rimbalzata anche su un altro giornale con sede a Milano, Il Giornale. Ecco cosa è successo.

Ascoltato da Pm per aver sottratto la macchina fotografica a paparazzo

Gigi D’Alessio, riportano i quotidiani, è stato ascoltato dal Pubblico Ministero Pietro Pollidori per essersi appropriato della macchina fotografica di un paparazzo. In pratica, due fotografi si appostarono nei pressi della sua villa all’Olgiata, dove all’epoca da poco viveva (e ancora oggi vive) con la cantante Anna Tatangelo.

I due paparazzi hanno raccontato la loro versione, affermando che, mentre stavano 'spiando' i due vip, è arrivata un'auto con un gruppo di persone, tra cui proprio il cantautore partenopeo. Il quale, stando alla loro versione, li ha aggrediti e strappato di mano a uno di loro la macchina fotografica.

Come si difende Gigi D’Alessio

Gigi D’Alessio, che ha fornito la sua versione al Pm, afferma di essere stato aggredito e di essersi difeso, non tollerando invasioni nella sua vita privata. Le sue dichiarazioni sono ora depositate in Procura, la quale stabilirà se dover chiedere al Giudice il suo rinvio a processo per il reato di rapina. Non è la prima volta che dei Vip aggrediscono i paparazzi, con alcuni che sono arrivati perfino a prendere un’arma e sparare, come accadde anni fa ai calciatori Asprilla (colombiano, ex Parma) ed El pibe de oro Diego Armando Maradona, che ferì esasperato un fotografo.

I migliori video del giorno

L’ex campione in questi giorni è stato pure al centro del mistero sulla possibile morte del Lider maximo Fidel Castro.

Anche Gigi D'Alessio nei giorni scorsi è stato al centro di alcune polemiche per il suo concerto di capodanno a Piazza Plebiscito, dove avrebbe rinnegato il problema della Terra dei fuochi. Accuse alle quali ha poi risposto piccato, riportando i casi di tumore nella sua famiglia.