Continua ad infittirsi sempre di più il caso connesso all'omicidio di Loris Stival, il bambino di otto anni ritrovato senza vita nel comune di Santa Croce Camerina. Le ultime news sull'omicidio di Loris Stival aggiornate ad oggi, 9/02, si focalizzano infatti sul tenore delle motivazioni con le quali il Tribunale del Riesame di Catania ha confermato lo stato di fermo per Veronica Panarello, mamma del piccolo Loris e unica accusata del delitto. Così come riportato dall'edizione online di Panorama, gli inquirenti ammettono di non aver dato alcun peso alla testimonianza di una donna, Giovanna Portelli, che quella mattina del 29 novembre giura di aver visto un'auto grigia, una Lancia Delta vecchio modello, imboccare a tutta velocità la strada che porta al vecchio mulino.

Pubblicità
Pubblicità

Appare quanto meno opinabile il modo con cui gli inquirenti hanno etichettato la testimonianza della donna: 'In difetto di qualunque collegamento in atti con i fatti con cui si procede, (le parole della signora Portelli, ndr.) non sono idonee a scalfire il significato gravemente indiziante nei confronti dell'indagata'. Tradotto, la responsabile dell'omicidio di Loris Stival è Veronica Panarello, la madre. Lei e nessun altro. E se alla guida dell'auto ci fosse invece stato un complice, un testimone oculare o addirittura l'assassino di Loris?

Omicidio Loris Stival, news oggi 9/02: la testimonianza scartata e il complice che non c'è - Dubbi più che legittimi

Come accennato in apertura, le news sull'omicidio di Loris Stival aggiornate ad oggi 9/02 si concentrano in modo particolare sul documento prodotto dal Tribunale del Riesame di Catania, che ha confermato lo stato di fermo per Veronica Panarello. La testimonianza fornita dalla signora Giovanna Portelli è stata scartata, non tenuta in considerazione perché 'non connessa ai fatti per cui si procede'. Eppure la donna colloca la scena in un arco di tempo compreso fra le 9 e le 10, range temporale indicato dal medico legale come quello nel quale è stato commesso il delitto. E allora perché non indagare sulla cosa, approfondirla o comunque lavorarci su? Alla guida potrebbe esserci stato qualcuno estraneo ai fatti certo, ma anche un potenziale complice, o un testimone o l'assassino stesso. A proposito dell'ipotesi del complice, più volte nel corso delle scorse settimane gli inquirenti hanno dichiarato di tenere in considerazione la possibilità che Veronica Panarello abbia agito con un'aiuto 'esterno', pista che però non ha portato a nessun risultato. Eppure in quella macchina grigia potrebbe celarsi l'unica vera prova di un potenziale complice, qualcuno che abbia assistito la Panarello nel suo disegno (ammesso che sia lei l'assassina).



Le news sull'omicidio di Loris Stival aggiornate ad oggi, 9/02, si concentrano in definitiva sull'assoluta certezza da parte degli inquirenti della colpevolezza di Veronica Panarello; a non convincere quest'ultimi è in particolare l'atteggiamento tenuto dalla donna, che a seguito della scomparsa del figlio ha effettuato una serie di telefonate a vicini, amici e suoceri senza però avvisare il marito. Uno stato di cose che potrebbe essere legato al fatto che l'uomo si trovasse nel Nord d'Italia, impossibilitato dunque ad intervenire per dare un mano nelle ricerche. Per gli inquirenti invece si tratta di un 'silenzio denso di equivocità e di diabolica consapevolezza dell'orribile misfatto'. Che dire, i dubbi ci sono e sono tanti. L'impressione è che qualcosa non torni e che una serie di circostanze abbia portato gli investigatori a concentrarsi in maniera forse troppo 'esclusiva' sull'ipotesi di colpevolezza di Veronica Panarello. E Voi che cosa ne pensate? Dateci un giudizio commentando l'articolo qui sotto! A questo punto non resta che seguire l'evolversi della vicenda, se desiderate rimanere aggiornati vi invitiamo a cliccare il tasto 'Segui' in alto a destra.



Clicca per leggere la news e guarda il video