Svelato il mistero degli incendi di Caronia. I carabinieri del comando provinciale di Messina hanno arrestato il responsabile dei misteriosi incendi che si sviluppavano nel piccolo paese. Si tratta di Giuseppe Pezzino, 26enne figlio di Pino, presidente del comitato di cittadini vittime degli incendi che chiedeva aiuti alla Regione e nei confronti del quale è stato emesso un avviso di garanzia. I primi casi di misteriosi incendi furono segnalati a Caronia, in provincia di Messina, nel 2004, raggiungendo in breve tempo una vasta eco grazie alla mobilitazione di trasmissioni televisive a caccia di stranezze, come Striscia la notizia, o pronte a conferire un'aura di plausibilità ai misteri più improbabili come Voyager.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

Alla mobilitazione dei media seguì quella degli scienziati, chiamati a dare una spiegazione al fenomeno degli incendi che si sviluppavano, apparentemente, per autocombustione.

Varie le ipotesi indicate come causa del mistero degli incendi di Caronia, da quella di campi elettromagnetici generati da un accumulo di lava nel sottosuolo, fino agli Ufo. Tutte ipotesi smontate dal Cicap, l'organizzazione che promuove indagini scientifiche sul paranormale e le pseudoscienze, che aveva parlato di "opera umana". Alle stesse conclusioni erano giunte una commissione di studiosi, appositamente nominata, e la procura di Mistretta che nel 2008 concluse un'inchiesta parlando si "fiamme libere" e di "mano umana".

Il mistero degli incendi di Caronia: l'arresto del responsabile

Per arrivare al responsabile degli incendi, è stata necessaria una seconda inchiesta, avviata nel 2014 con la ripresa dei fenomeni dopo una lunga pausa. Con l'aiuto di telecamere, i carabinieri hanno incastrato Giuseppe Pezzino, al quale sono riconducibili almeno una quarantina di casi di "roghi spontanei", alcuni dei quali appiccati con la complicità del padre, Pino Pezzino, di 55 anni.

I migliori video del giorno

Il movente, secondo gli inquirenti, sarebbe stato quello di ottenere indennizzi, da parte della Regione Sicilia, attraverso un'associazione creata e presieduta proprio da Pino Pezzino, che riuniva le vittime dei misteriosi incendi, con la motivazione di uno stato di calamità incombente sul paese. Ora che il mistero degli incendi è stato svelato, gli abitanti di Caronia potranno tornare a dormire sonni tranquilli, finalmente liberati da forze paranormali o aliene per mano di supereroi in divisa.